Gli scheletri che si tengono per mano: un amore lungo 700 anni

Giovedì 18 Settembre 2014 di Federica Macagnone
6

Si erano tenuti mano nella mano fino all'ultimo. E così li hanno sepolti, in una cappella della contea di Leicestershire, in Inghilterra. Hanno attraversato insieme sette secoli di storia, durante i quali i loro nomi sono stati dimenticati e di quel luogo si sono perse le tracce.

Li hanno trovati ora, nella cappella "perduta" di San Morrell, luogo di pellegrinaggio ad Hallaton nel 14° secolo di cui si fa menzione in un testamento del 1532. Gli archeologi ne hanno parlato per secoli, ma è stato ritrovato solo recentemente grazie a una ricerca dello storico locale John Morrison.

È stato necessario mettere insieme varie indicazioni da consegnare agli geofisici affinché riprendessero immagini dell'area dall'alto e individuassero il punto esatto in cui cercare. Da quel momento in poi squadre di volontari locali hanno scavato il sito, costruito sulla cima di un edificio romano, due settimane all'anno per quattro anni. Fino a quando non hanno trovato quei due scheletri dimenticati da tutti che si tenevano ancora per la mano. Vicky Score, un archeologo dell'Università di Leicester, ha detto al MailOnline: «La questione principale è: perché furono sepolti lassù quando c'era un'ottima chiesa ad Hallaton? Era un posto speciale?». Forse sì, visto che la cappella era meta di pellegrinaggi.

Può anche darsi, però, che ai due cadaveri sia stata rifiutata la sepoltura nella chiesa principale perché erano criminali, stranieri o malati. Gli scheletri sono stati trovati insieme ad altri nove dello stesso periodo. Tra loro, un maschio più anziano è stato ucciso da un forte colpo alla testa, forse sferrato da un'ascia, presumibilmente in battaglia. Un altro giovane maschio è stato sepolto in una fossa con le gambe sollevate al petto, forse per effetto di una malattia. Gli scavi hanno trovato le pareti e il pavimento in ceramica della cappella, frammenti di muratura in pietra, piastrelle e piombo delle finestre, un certo numero di penny d'argento databili tra l'11° e il 15° secolo.

Che ci facevano tra loro quei due, la cui età sembra più o meno la stessa? Criminali, stranieri, malati? Che importa, 700 anni dopo. Quei due erano una coppia. E non hanno mai smesso di tenersi per mano. Come promesso.

Ultimo aggiornamento: 19 Settembre, 14:09

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Animali in fila dal veterinario, l'attesa diventa una mostra

di Marco Pasqua