Iraq, l'ordine choc dei jihadisti: «Infibulazione per tutte le donne»

Mercoledì 23 Luglio 2014
4
Mutilazioni genitali per tutte le donne del "califfato". » l'ultimo ordine arrivato dal leader dei jihadisti dello Stato islamico dell'Iraq e del Levante (Isil), Abu Bakr al-Baghdadi.



In un comunicato di cui Aki-Adnkronos International ha preso visione, l'Isil, che controlla ampie zone dell'Iraq e della Siria, annuncia che Baghdadi ha chiesto l'infibulazione per tutte le ragazze dell'autoproclamato califfato, a cavallo tra l'Iraq e la Siria. Nel breve comunicato, i jihadisti affermano che la pratica è stata imposta dal profeta Maometto e riportano un elenco di suoi "hadith" (detti), che a loro dire contengono questo ordine.



Il comunicato risale ad alcuni giorni fa ed è l'ennesimo che riguarda le donne, dopo quello che impone il "jihad del sesso" (vale a dire di concedere le ragazze vergini della propria famiglia ai jihadisti) e quello che impone la segregazione dei sessi nelle università. Mentre negli altri comunicati si faceva riferimento a Mosul, città irachena controllata dall'Isil, in quello sulle mutilazioni genitali si fa un esplicito riferimento ad Aleppo, nel nord della Siria.
Ultimo aggiornamento: 14:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA