Parigi, blitz in covo di terroristi a Saint Denis: 3 morti, 8 arresti

Sabato 21 Novembre 2015

Blitz delle teste di cuoio francesi a Saint Denis, in quello che potrebbe essere il covo del nono terrorista di Parigi, Abdelhamid Abaaoud, considerato la mente delle stragi. L'operazione è cominciata alle 4,20 e durata sette ore. Il bilancio è di tre morti: una donna kamikaze che si è fatta esplodere, un terrorista. Un terzo corpo è stato trovato fra le macerie dell'appartamento di Saint-Denis contro il quale si è scatenato stamattina il blitz delle forze speciali francesi. Ne hanno dato notizia fonti di polizia.

Più di 5mila colpi sono stati sparati dalle forze di sicurezza e otto persone sono state arrestate: tre terroristi e quattro sospetti. Fra questi ci sarebbe anche il proprietario dell'appartamento situato all'angolo tra rue de la République e rue de Corbillon, covo dei jihadisti. E' giallo su Abaaoud, che era l'obiettivo principale dell'assalto: secondo il sito belga Derniere Heure e il Washington Post sarebbe tra le vittime, ma la notizia non è confermata. La conferma sarebbe giunta dopo che gli esperti di medicina forense hanno raccolto numerose tracce sul luogo del raid, incluse tracce di dna.La polizia ha comunicato che «tutti i terroristi sono stati neutralizzati». Cinque gli agenti rimasti feriti lievemente nel blitz.

Abdelhamid Abaaoud e Abdeslam Salah, ha riferito il procuratore François Molins, non sono né tra i fermati né tra i feriti nel raid a Saint Denis. Ma non ha spiegato se siano tra gli uccisi, «ancora da identificare».

«Non possiamo rivelare l'identità di queste persone, solo in funzione degli esami saremo in grado di farlo prossimamente», ha detto il procuratore di Parigi Francois Molins riferendosi agli arresti del blitz. «È impossibile dare le identità delle persone fermate, è in corso la loro identificazione». Molins ha aggiunto che l'operazione è stata decisa dopo che le indagini hanno indicato l'appartamento «come possibile rifugio della persona indicata come Abaaoud».

Le indagini, ha precisato il procuratore, sono partite da un telefonino trovato in un cestino dell'immondizia vicino al Bataclan, dal quale è partito un sms alle 21:42 di venerdì, al momento della strage, che diceva: «abbiamo iniziato». Al momento si ignora chi ne fosse sia il destinatario, ma l'inchiesta per determinarlo è in corso.

Con l'operazione a Saint Denis «è stata neutralizzata una nuova squadra di terroristi che poteva passare all'azione», ha spiegato Molins. Durante il blitz la polizia ha scortato alcune persone fuori dal palazzo sotto assedio. Chiuso il centro cittadino. Tutti sono stati invitati a rimanere in casa. Gli agenti dei servizi di sicurezza francesi hanno sfondato a colpi di ascia il portone di una chiesa, l'Eglise Neuve di Saint-Denis, che sorge proprio accanto al covo dei terroristi. Al setaccio tutte le abitazioni e i locali dei dintornii. Ogni auto diretta verso Parigi viene fermata e controllata da numerosi posti di blocco nel nord di Parigi. I passeggeri e guidatori vengono invitati da poliziotti armati di mitra a scendere e ad aprire il bagagliaio della loro auto uno ad uno.

«Tre macchine sono arrivate nella regione parigina dal Belgio quasi in convoglio a dieci minuti di distanza il 12 novembre», ha spiegato François Molins ripercorrendo la sera della strage, precisando che i tre veicoli - una Polo, una Seat e una Renault Clio - sono stati «affittati dai fratelli Abdeslam da un rent a car belga».

Il luogo in cui i poliziotti e gli uomini delle teste di cuoio francesi hanno compiuto l'assalto - nel centro di Saint-Denis - sorge a 800 metri dallo Stade de France, dove venerdì sera, attorno all'impianto - nel quale si giocava l'amichevole Francia-Germania - si sono fatti esplodere tre kamikaze, provocando la morte di un passante.

Il primo ministro Manuel Valls e il ministro dell'Interno, Bernard Cazeneuve con il presidente Francois Hollande hanno seguito il blitz dall'Eliseo.

Ultimo aggiornamento: 19 Novembre, 13:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma