Attentato ad Ankara, Mattarella: «Ignobile attentato»

Sabato 10 Ottobre 2015
1
Il presidente del Consiglio Matteo Renzi esprime il proprio sgomento e dolore «per l'efferato attentato terroristico contro la democrazia e la pace che è costato la vita a tanti manifestanti ad Ankara».



Il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha inviato un messaggio al presidente turco Erdogan: «Ho appreso con grande amarezza dell'ignobile attentato contro civili innocenti che manifestavano per la pace. Desidero condannare nella maniera più risoluta tale gesto vile che richiama l'urgenza di combattere uniti la piaga del terrorismo. In questo momento di grande dolore, desidero esprimere, Signor Presidente, la sincera vicinanza degli italiani tutti e dell'Italia, Paese amico ed Alleato, a Lei, alle famiglie delle vittime e all'amico popolo turco».



«Condanno fermamente l'attacco terroristico nel centro di Ankara che ha ucciso e ferito decine di persone. Non ci può essere alcuna giustificazione per un tale attacco orrendo su persone in marcia per la pace». Lo sostiene il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg.



«I miei pensieri - prosegue - sono in questo momento difficile con le famiglie delle vittime, con i feriti, e con il popolo turco. Tutti gli alleati della Nato sono uniti nella lotta contro il flagello del terrorismo».



Federica Mogherini e il Commissario all'allargamento Johannes Hahn hanno affermato che «Come Ue, siamo determinati a sconfiggere chi vuole distruggere e destabilizzare la società e vicini al popolo turco che opera contro la violenza e il terrorismo. La nostra partnership con le autorità e la società turca è più forte che mai, a tutti i livelli».



«Sono profondamente colpito dal vile e brutale attentato terroristico ad Ankara che l'Italia condanna con la più assoluta fermezza. Desidero assicurarti la piena solidarietà del Governo italiano nella lotta contro la barbara minaccia del terrorismo ed esprimerti il mio più profondo cordoglio per le vittime e la mia vicinanza alle loro famiglie»: è il messaggio di cordoglio inviato dal ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, al suo collega turco, Feridun Sinirlioglu, per l'attacco di stamani ad Ankara.



«Sono profondamente colpito dal vile e brutale attentato terroristico ad Ankara che l'Italia condanna con la più assoluta fermezza. Desidero assicurarti la piena solidarietà del Governo italiano nella lotta contro la barbara minaccia del terrorismo ed esprimerti il mio più profondo cordoglio per le vittime e la mia vicinanza alle loro famiglie»: è il messaggio di cordoglio inviato dal ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, al suo collega turco, Feridun Sinirlioglu.




Anche il presidente russo Vladimir Putin ha inviato le sue condoglianze per le vittime al presidente turco Recep Tayyp Erdogan, un messaggio in cui ribadisce, si legge sul sito del Cremlino, la disponibilità di Mosca alla «cooperazione più stretta possibile con Ankara nella lotta alla minaccia terroristica» e auspica che «gli istigatori e gli esecutori di questo crimine cinico siano debitamente puniti». Ultimo aggiornamento: 19:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA