Poste Italiane prese di mira: 45mila clienti truffati on line dai cybercriminali

Venerdì 10 Ottobre 2014

Negli ultimi mesi in clienti di Poste Italiane sono stati presi di mira dai truffatori online attraverso alcune campagne di phishing, hanno cioè ricevuto delle email, apparentemente provenienti dalle Poste, contenenti il link a un finto sito web in cui veniva chiesto di inserire login e password, in modo da carpirli e impadronirsi dei dati bancari.

Lo rende noto la società di sicurezza informatica Kaspersky, secondo cui tra luglio e settembre il numero dei rilevamenti ha superato i 45mila. Per tentare di accedere ai conti online delle vittime, i malintenzionati hanno fatto ricorso a trucchi tradizionali.

Ad esempio, spiega Kaspersky in un post, sono stati recapitati messaggi di posta mascherati sotto forma di notifiche ufficiali riguardanti l'avvenuto blocco o la disattivazione temporanea dell'account dell'utente, account riattivabile tramite l'inserimento di utenza e password.

In un altro caso gli autori del messaggio non hanno cercato di spaventare l'utente ma di stimolarne l'attenzione e l'interesse, camuffando il messaggio sotto forma di notifica ufficiale inerente alla ricezione di un nuovo telegramma leggibile solo online.

Per proteggersi da questi attacchi, gli esperti raccomandano di non cliccare sui link sospetti presenti nei messaggi di posta ricevuti e di non inserire i propri dati sulle pagine web verso le quali conducono tali link.

Ultimo aggiornamento: 11 Ottobre, 19:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA