Il generale Calligaris dal coordinamento Isaf in Afghanistan al terremoto di Haiti

Giovedì 23 Gennaio 2014
ROMA - Il generale Giangiacomo Calligaris, 57 anni, napoletano, morto oggi nell'incidente all'elicottero su cui viaggiava, aveva assunto il comando dell'aviazione dell'esercito nel marzo 2013. Tanti i teatri internazionali in cui ha operato dall'Operazione «Joint Guardian» in Kosovo, all'Antica Babilonia in Iraq dove è stato vice-comandante dell'Italian Joint Task Force Iraq. È stato coordinatore delle operazioni «ISAF» in Afghanistan, in Ciad ed ad Haiti per il terremoto. Ha coordinato le operazioni di evacuazione di connazionali dalla Tunisia, dall'Egitto e dalla Libia nel corso della Primavera Araba. Sul territorio nazionale ha partecipato all'Operazione Vespri Siciliani, all'Operazione «Riace», «Calabria» e «Salento». È stato insignito della Croce d'Oro, Croce d'Argento e Croce di Bronzo al merito dell'Esercito e di numerose onorificenze internazionali tra le quali la medaglia «Meritorius Service Medal» degli Stati Uniti d'America e la medaglia «Military Cooperation Consolidation Medal» della Federazione Russa. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La scuola dove la geometria si insegna giocando a carte

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma