Brescia, presa la banda delle rapine in villa: tra i banditi anche due finanzieri

Brescia, presa la banda delle rapine in villa: tra i banditi anche due finanzieri
2 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Settembre 2015, 16:59 - Ultimo aggiornamento: 15 Settembre, 11:56

Sgominata dalla Guardia di Finanza di Brescia e dai carabinieri di Gardone Valtrompia una banda di nove persone accusate di rapine in villa.

Tra gli arrestati - sei in carcere e tre ai domiciliari, bloccati in diversi momenti - ci sono anche due appuntati della Guardia di Finanza di Como che erano già ai domiciliari per altre vicende e che la sera del 21 dicembre 2013, secondo l'accusa, misero a segno una rapina in villa a Lumezzane, nel Bresciano, indossando la divisa d'ordinanza.

In quell'occasione i malviventi entrarono tutti in azione qualificandosi come appartenenti alle fiamme gialle e compilando un finto verbale di evasione fiscale e portarono via 450mila euro tra soldi e gioielli, che alle vittime spiegarono essere un sequestro per evasione fiscale.

La banda, che avrebbe messo a segno almeno due colpi con le stesse modalità, aveva due basisti bresciani e la base logistica in un capannone a Carpiano, nel Milanese.

L'indagine è strettamente collegata a quella avviata dai Carabinieri della Compagnia di Milano Duomo a seguito di un doppio colpo messo a segno a Milano dalla stessa banda criminale, con le medesime modalità, nel mese di marzo dello scorso anno. Un'ulteriore rapina sarebbe stata messa a segno anche a Dalmine, nella Bergamasca, nell'ottobre 2014, con l'arresto in flagranza di quattro responsabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA