Ancona, l'arcivescovo Menichelli
compie 75 anni e si dimette
ha consegnato la lettera al Papa

Martedì 14 Ottobre 2014 di Letizia Larici
Monsignor Edoardo Menichelli
ANCONA Monsignor Edoardo Menichelli compie 75 anni e rassegna le dimissioni al Santo Padre per raggiunti limiti d’età. La consegna della lettera ieri, direttamente nelle mani di Papa Francesco.L’arcivescovo della Diocesi di Ancona – Osimo si trova infatti in Vaticano per partecipare alla prima sessione del sinodo dei vescovi sulla famiglia. Partito per Roma il 5 ottobre, Menichelli ha portato con sé la missiva nella quale si dice pronto a rimettere la sua missione nelle mani del Pontefice. Papa Francesco dovrà accettare le dimissioni, come imposto dalla legge canonica.



Nel frattempo Menichelli continuerà a guidare la diocesi, nelle vesti di amministratore diocesano, fino alla nomina del suo sostituto. Potrebbero passare giorni, come anni. Molto dipende anche dalle condizioni di salute di un vescovo e Menichelli, che sta benissimo, ha ricevuto tanti messaggi di fedeli che lo invitano a proseguire. La sua missione nel capoluogo è cominciata il 7 marzo 2004. Tante le iniziative di cui è stato protagonista in questi anni. Dal Congresso Eucaristico, che ha portato in città centinaia di migliaia di fedeli tra il 3 e l’11 settembre 2011 e che si è concluso con la messa di Papa Ratzinger a Fincantieri, all’infiorata lungo corso Garibaldi nel giorno del Corpus Domini.



Artefice del pellegrinaggio Crocette Loreto, Menichelli ha instaurato un rapporto stretto e speciale con i giovani. Come dimostrano gli incontri annuali con i cresimati e i cresimandi al Palaindoor e il tradizionale messaggio agli studenti per l’inizio dell’anno scolastico. Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre, 00:31