A Villa Celimontana torna il Festival della letteratura di viaggio

Le parole e le immagini per raccontare un viaggio. A questo tema è dedicato il Festival della Letteratura di Viaggio, promosso dalla Società Geografica Italiana che si tiene a Roma a Villa Celimontana a Palazzetto Mattei, via della Navicella 12, (e altri luoghi) da oggi fino al 24 settembre. 

Giunto alla sua XI edizione, quest’anno c’è anche la presentazione del libro per i 20 anni dell’associazione di giornalisti di viaggio Neos. Oggi infatti alle 18 si parlerà proprio di “Neos, un viaggio lungo 20 anni”. Andare a sentire quello che i fotografi Mimmo Torrese e Fabrizio Ardito hanno da raccontare sarà come aprire una finestra sul mondo. Il libro elenca, anno dopo anno, gli avvenimenti più significativi e celebra, con foto meravigliose, la bellezza del nostro pianeta.

Quest’anno il programma è diviso in quattro fasi: festival (20-23), prefestival e postfestival (24). Il prefestival (da oggi al 19) - che prevede sette serate di cultura, natura ed esplorazioni e che si svolge ogni sera dalle 19.30 alle 20.30 - sarà l’occasione per conoscere e immergersi nel mondo di Kel 12 National Geographic Expeditions e della rivista National Geographic Traveler (il 18 ci sarà la presentazione del nuovo numero della rivista), per parlare di luoghi lontani - di India e del Kumbh Mela, il più grande raduno religioso del mondo, di Mongolia sulle tracce dei dinosauri, del Messico, di Matera e dell’Australia con le vie dei canti e la cultura aborigena - con scrittori e viaggiatori, registi e antropologi e anche con gli esperti che accompagnano i viaggi di Kel 12 National Geographic Expeditions. 
Un racconto del mondo attraverso la letteratura, il giornalismo, il cinema, la fotografia, la televisione, il teatro, l’antropologia, la storia, la musica e il fumetto tutto questo è il Festival della Letteratura di Viaggio nato a Roma dieci anni fa nel 2008. Viaggio inteso come occasione di scoperta, incontro, esperienza, piacere, conoscenza, ascolto, tolleranza. Con alcuni temi che emergono - le migrazioni in particolare - e poi le vie, i cammini le esplorazioni e le isole. La direzione artistica del Festival è di Antonio Politano, la presidenza onoraria è di Stefano Malatesta. Gli incontri del Festival (dal 21 al 23) saranno coordinati da Tommaso Giartosio, scrittore e conduttore radiofonico. Tutte le attività sono gratuite e aperte al pubblico. In caso di maltempo, gli eventi previsti nei giardini di Villa Celimontana si terranno nella sala Dalla Vedova, all’interno di Palazzetto Mattei. Laboratori e passeggiate (contrassegnati da asterisco nel programma) necessitano di prenotazione.  

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Roma, scacco al clan Casamonica: sgomberate otto ville dei boss Raggi e Salvini: «Giornata storica»
Migranti, nave Aquarius sequestrata per traffico illecito di rifiuti infettivi
Più sconti per far pace con il fisco, ma il decreto perde ancora pezzi
Terra dei Fuochi, ecco l'intesa
Nascite, nuovo crollo nel 2018: mai così male dall’Unità d’Italia