Il turismo non diventi l'alibi del degrado

Che stanchezza, che disincanto, che fatica vivere a Roma: davvero la Città Eterna oltre alle sue bellezze ineguagliabili offre oggi una specialità unica: litigi in politica e disagi permanenti. Il pomo della discordia delle ultime ore riguarda i bus turistici e le tariffe che pagano per iniettare milioni di turisti nel centro storico. Tariffe che andavano aggiornate anni fa e che per la solita questione del consenso sono rimaste ferme a cifre irrisorie. Spiccioli. Autisti e società, come da prassi consolidata, hanno...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Il Consiglio superiore di Sanità: no alla vendita di cannabis light
Maturità, seconda prova: le tracce Al Liceo Classico esce Aristotele Matematica, ecco i problemi scelti
Migranti, strappo Italia su bozza Ue
Lanzalone ai pm: «Così correggevo il progetto stadio»
Melania fa liberare i bimbi dalle gabbie