Roma, falle nei database e furbetti: ecco come la Tari viene aggirata

Qualche mese fa nel I Municipio è emerso che il 50 per cento delle utenze domestiche non pagava la Tari. Semplicemente non risultava nelle banche dati. Bar, negozi, ristoranti che ogni giorni alzano le serrande e sono visibili da tutti, riuscivano a nascondersi quando si trattava di versare il dovuto per i rifiuti. Altro esempio: solo nella zona del Pantheon tre anni fa venne scoperto che il 70 per cento degli operatori o non pagava le bollette della la Tari o proprio era un fantasma, non esisteva. Basta questo scenario, per capire che...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
La Francia avverte l'Italia: «Rispetti gli impegni o l'eurozona è a rischio»
Governo, ore decisive: nodo premier tra Salvini e Di Maio nuovo vertice
Violentata a Roma, il racconto choc «Io vomitavo, loro filmavano tutto»
Carte d’identità elettroniche, 350 mila hanno il chip difettoso
Terremoto a Messina, paura tra gli abitanti. «Scossa avvertita anche a Milazzo e Reggio Calabria»