Eliminato il Napoli: Salah e Alisson spingono il Liverpool agli ottavi

Passa il Liverpool. Per quel golletto preso dal Napoli contro la Stella Rossa, per il miracolo di Alisson su Milik nel recupero, perché forse doveva finire così. Inglesi agli ottavi per il maggior numero di gol segnati a parità di risultati negli scontri diretti (1-0) e di differenza reti (+2), Napoli beffardamente in Europa League, che ora diventa un obiettivo stagionale. Ma quanto è amara la notte di Anfield per gli azzurri. Sette i cambi di Ancelotti rispetto alla gara di campionato col Frosinone. Gioca il Napoli formato Champions, col ritorno di Ospina tra i pali, Maksimovic largo a destra, Fabian sulla corsia di sinistra e tandem d'attacco Insigne-Mertens. Tridente per Klopp: Manè recupera ed è al fianco di Firmino e Salah, in difesa c'è Matip al posto di Lovren. Pronti via e i Reds cominciano subito a spingere come forsennati. Il forcing è asfissiante, come la pressione che blocca sul nascere le azioni del Napoli. Al 7' Salah non controlla un pallone d'oro servitogli da Robertson, due minuti dopo Milner spedisce alto di testa un pericoloso traversone dalla destra. In mezzo una chance in contropiede per gli azzurri: Mertens al centro per Hamsik, tiro alto. Proprio lo slovacco è tra quelli che soffrono di più il pressing del Liverpool. Che al 34' passa. Taglio in verticale di Milner per Salah che si libera di Rui, sfugge per una volta a Koulibaly e batte Ospina sul primo palo. Anfield esplode. Serve una scossa e prova a darla Callejon, che imbecca Fabian in area: il sinistro smorzato dello spagnolo non impensierisce Alisson. Comincia la ripresa e Salah non sfrutta una ghiotta occasione per il raddoppio, calciando fuori da due passi dopo un brutto pallone perso da Hamsik. Il Napoli non riesce a pungere e Ospina evita il peggio bloccando su Firmino e Henderson. Al 17' il primo cambio: Zielinski per Fabian. Poi dentro Milik per Mertens e Ghoulam per Rui. I cambi ridisegnano gli azzurri, che ora spingono. Zielinski calcia alto su invito di Milik, sull'altro fronte Ospina salva due volte sullo scatenato Salah e poi fa un miracolo su Manè. La partita ora è bellissima, entusiasmante. Al 34' Callejon calcia alto da due passi un pallone d'oro servitogli da Insigne, Manè lo imita al 42' tirando fuori a porta vuota su assist di Salah. A tempo scaduto l'occasionissima è per il Napoli: lancio in area, Milik c'arriva ma Alisson è prodigioso e salva i Reds. Passa il Liverpool. Napoli fuori a testa alta.. 

LEGGI LA CRONACA

 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Roma, andamento lento. Solo 0-0 con la Samp
Renzi: «Delusi di Fi vengano con noi eleggeremo capo di Stato pro Ue»
Di Maio: «Se M5S va a casa, difficile possa esistere ancora una coalizione di governo»
Meloni: «Conte-Renzi-Di Maio? Governo di “galli”»
Brexit, schiaffo a Johnson: lui chiede il rinvio alla Ue con una lettera senza firma