Spagna, la Liga riparte a fine giugno, si giocherà ogni giorno

La Liga vede la luce in fondo al tunnel. A quanto riporta oggi il quotidiano sportivo 'As' il massimo campionato spagnolo riprenderà a fine giugno con un calendario...

Accedi all'articolo e a tutti i contenuti del sito
con l'app dedicata, le newsletter, i podcast e gli aggiornamenti live.

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
159,98€
40€
Per 2 anni
SCEGLI ORA
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
79,99€
19€
Per 1 anno
SCEGLI ORA
 
MENSILE
6,99€
1€ AL MESE
Per 6 mesi
SCEGLI ORA

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
159,98€
29€
Per 2 anni
SCEGLI ORA
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
79,99€
11,99€
Per 1 anno
SCEGLI ORA
 
MENSILE
6,99€
2€ AL MESE
Per 12 mesi
SCEGLI ORA

- oppure -

Sottoscrivi l'abbonamento pagando con Google

OFFERTA SPECIALE

Leggi l'articolo e tutto il sito ilmessaggero.it

1 Anno a 9,99€ 89,99€

oppure
1€ al mese per 6 mesi

Rinnovo automatico. Disattiva quando vuoi.

L'abbonamento include:

  • Accesso illimitato agli articoli su sito e app
  • La newsletter del Buongiorno delle 7:30
  • La newsletter Ore18 per gli aggiornamenti della giornata
  • I podcast delle nostre firme
  • Approfondimenti e aggiornamenti live
La Liga vede la luce in fondo al tunnel. A quanto riporta oggi il quotidiano sportivo 'As' il massimo campionato spagnolo riprenderà a fine giugno con un calendario serrato che prevede partite ogni giorno. Il calendario della Liga dovrebbe permettere alle squadre di portare a terminare la stagione entro il 29 luglio, come chiesto dall'Uefa per dare poi spazio nel mese di agosto alle coppe europee. Il programma prevede che ogni squadra abbia diritto almeno a 72 ore di riposo tra un match e l'altro, per superare il problema delle alte temperature estive si giocherà alle 20 o alle 23. La ripartenza dopo il lungo stop per l'emergenza coronavirus è frutto, secondo il quotidiano, dell'accordo raggiunto tra Federcalcio spagnola, Rfef, e Lega, Lfp, intesa che sarà resa pubblica solo dopo la ratifica del magistrato Andrés Sánchez Magro, presidente della Corte commerciale di Madrid, che in passato si è già occupato di dirimere divergenze tra Federcalcio e Lega. L'accordo tra i presidenti Luis Rubiales e Javier Tebas, scrive 'As', è stato possibile grazie all'applicazione dell'articolo 5 del Codice di comportamento firmato lo scorso aprile grazie alla mediazione di Irene Lozano, presidente del Consejo Superior de Deportes, il braccio sportivo del governo spagnolo. Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Apocalisse in Turchia e Siria Oltre 3.613 vittime Un italiano tra i dispersi, 3.471 gli edifici crollati
Perché il sisma è stato così devastante? Le analogie con la faglia di San Andreas
Sotto le macerie una squadra di pallavolo femminile, disperse 14 giocatrici. «Qui è un inferno»
«Abbiamo visto l’inferno. Un boato, poi il terrore». Il racconto di un abruzzese a Gaziantep
Montella: «Scosse senza fine, a fuoco il mio hotel ad Adana. I giocatori sono preoccupati»