Jimmy Bennett da Giletti: «Asia Argento mi ha violentato, la chiamavo mamma: è come Weinstein»

«Asia Argento mi ha violentato». Lo ha detto Jimmy Bennett, l'attore e musicista che aveva accusato la Argento di averlo molestato sessualmente quando era minorenne, ospite in esclusiva di Non è l'arena con Massimo Giletti su La7. «Ha applicato con me lo schema Weinstein», ha aggiunto nell'intervista fiume durata due ore. «Anche Asia ha abusato del proprio potere. Mi ha incontrato in un hotel, il Ritz Carlton di Marina Bay, California: io avevo 17 anni e non mi sarei mai aspettato una cosa del genere». 

LEGGI ANCHE Asia Argento contro Rose McGowan: «Ti do 24 ore per ritrattare tutto»
LEGGI ANCHE Asia Argento, Jimmy Bennett nel 2013 su Twitter: «Come è possibile farsi stuprare da una donna?»
 
«Con il mio avvocato ho stabilito un risarcimento danni di 3,5 milioni di dollari. Dopo quello che è accaduto con Asia ho smesso di lavorare». Alla domanda di Giletti sulla dinamica della violenza Jimmy ha risposto «Asia per me era come una seconda madre mi fidavo di lei ma durante le riprese del film è andata oltre e mi ha letteralmente levato i pantaloni di dosso». 

«Ero con un accompagnatore che è salito fino alla stanza dell'albergo - ha raccontato Bennett, ripercorrendo quel giorno - Asia era entusiasta e mi guardava dritta negli occhi, poi ha dato uno sguardo al mio accompagnatore e gli ha chiesto: 'Ma tu chi sei?'. Lo ha fatto sempre sentire un intruso durante l'incontro e quindi il mio accompagnatore ci ha lasciato soli. Tutto poi accade molto rapidamente. Asia mi ha offerto dello champagne e ha iniziato a fumare una sigaretta mentre mi raccontava del film che intendeva girare con me.

«Mi ha preso il viso e mi ha guardato e mi ha detto: 'Mi sei mancato tantissimò e ha iniziato a baciarmi - ha raccontato, scendendo nei particolari - La mia interpretazione era che mi stesse mostrando il suo affetto. Il bacio si è prolungato e ho avuto l'impressione che non fosse un bacio amichevole ma che stesse cercando di esplorare la situazione. Dopo Asia ha appoggiato le mani sul mio corpo in modalità diverse e poi mi ha spinto sul letto e mi ha slacciato la cintura e i pantaloni».

 

Quando Giletti ha sottolineato che Jimmy «non sembrava turbato dalle immagini» lui ha risposto di essere stato «frastornato». 
 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Contromano sulla statale, schianto tra due auto: 6 morti in Valtellina
Manovra, tregua Salvini-Di Maio: «Trovate coperture per deficit 2,04%»
Così la pace con l’Inps: contributi in 60 rate e sconto fiscale. Riscatto laurea più facile
Rifiuti, Roma appesa a un sì E spunta il Piemonte
Carabiniere aggredito, il ministro Trenta: «Reazione esemplare, gli darò un encomio»