Scuola, telefonini in classe, studenti scettici: «Ma che ne sanno i prof degli smartphone?»

C'è chi lo usa per prendere appunti e registrare lezioni, molti di più per chattare e guardare i social. A scuola il cellulare, con annessi e connessi (Instagram, Facebook, Whatsapp, Youtube), in realtà ci è già entrato da un bel po'. E ora che con il nuovo decalogo della ministra Fedeli si potrà ufficialmente usare in classe, cosa succederà? I primi ad essere scettici, sono proprio gli studenti che sui social si dividono sull'argomento: «Usarlo come strumento didattico sarebbe...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Canada, bomba in un ristorante: 15 feriti, attentatori in fuga Video
Altolà del Colle: scontro sul tesoro
Totoministri: dopo l'Economia spuntano i nodi Trasporti e Telecomunicazioni Tutti i nomi
Privacy, nuove regole: buste paga e ricette mediche cosa cambia per i cittadini
La mossa dei vescovi: «Controlli anti-gay per i seminaristi»