Sangue, sos Capitale, rinviati gli interventi: effetto zanzara tigre

 “Siamo a corto di sangue, non abbiamo sufficienti scorte, rimandate l’operazione” il bollettino del Centro trasfusionale. Così ogni mattina un medico entra in sala operatoria e non sa se l’intervento programmato si farà. L’anestesista chiama l’emoteca, la risposta negli ultimi tempi è spesso negativa, il paziente torna giù. A saltare sono gli interventi programmati, anche importanti, dove è richiesta una certa quantità di sangue, la precedenza è delle...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Sotto sequestro i resti del Morandi Acquisiti documenti di manutenzione
Politica e declino PEZZI DI MEDIOEVO
Il ministero: «Verifica strutturale compito del concessionario»
Il papà di Giovanni, morto nel crollo «No a funerali di Stato, una farsa»
Terremoto di magnitudo 5.2, paura in tutto il Centro-Sud. In Molise la gente ha trascorso la notte in strada