Roma, strisce blu in Centro: raddoppiano le tariffe, stangata da gennaio

Se non sarà la Congestion Charge a produrre introiti, ci penseranno le strisce blu dei parcheggi. Mentre si ferma la delibera sull'istituzione di un ecopass a pagamento per l'ingresso nel centro storico, prosegue invece il progetto di modificare (al rialzo) le tariffe per la sosta delle auto in diverse zone della città. Fermarsi in Centro, in un futuro non troppo lontano, e in molte altre strade limitrofe al salotto di Roma, costerà caro: fino a 3 euro l'ora. Il piano del nuovo sistema tariffario a cui sta lavorando il presidente della commissione mobilità, Enrico Stefàno, dovrebbe riuscire a vedere la luce entro qualche mese con l'attuazione dei nuovi costi a partire verosimilmente dal prossimo gennaio. L'obiettivo è chiaro: disincentivare il più possibile l'uso delle auto private e indirettamente maturare delle risorse aggiuntive per l'amministrazione.
LO SCHEMA
Dal piano, infatti, le tariffe in alcune casi raddoppieranno mentre decresceranno soltanto in periferia. Entrando nel dettaglio, la Capitale sarà suddivisa in sei zone. Nella prima che coincide con la Ztl centro storico la sosta di un'ora potrebbe aumentare di quasi due euro, passando da 1,20 euro l'ora a 2 euro l'ora per i primi 120 minuti e arrivando poi a 3 euro per ogni ora aggiuntiva. Nel resto del Centro da via Bissolati, ad esempio, a via Veneto la tariffa da un euro potrebbe aumentare di cinquanta centesimi. E lo stesso meccanismo dovrebbe essere replicato poi in tutte le aree della Ztl vam 1 e cioè nei quartieri interni all'anello ferroviario che vanno da Porta Pia a Testaccio, tanto per intenderci. I rincari riguarderanno inoltre anche le aree di sosta finora gratuite (entro un massimo di tre ore) in prossimità degli ospedali. In tutto sono 1.344 i parcheggi free con disco orario vicino ai nosocomi della Capitale. Il piano punterebbe a licenziare un piccolo rialzo anche per questi stalli con il pagamento di cinquanta centesimi l'ora.
 
La sosta, man mano che ci si allontanerà dal Centro, costerà di meno: nelle zone 3, 4 e 5 che corrispondono all'area sud-est di Roma (Torre Angela, Tor Bella Monaca ma anche Garbatella) e alle estremità del XV e XI Municipio raggiungendo anche il litorale, la tariffa della sosta di un'ora passerà da un euro a cinquanta centesimi. Tutto il progetto confluirà nella delibera quadro che dovrà poi essere redatta dalla giunta e servirà a recepire le disposizioni contenti nel Piano generale del traffico urbano del 2015 che prevede una riorganizzazione della sosta per i veicoli privati in tutta la Capitale.

PARCHEGGI DI SCAMBIO
Infine, tra le novità che l'amministrazione comunale intende attuare sul fronte della mobilità, c'è anche l'inserimento di un nuovo sistema di pagamento in alcune aree vicine alle stazioni della metropolitana che per comodità vengono classificate da tempo come parcheggi di scambio. Si dovrebbe partire dal parcheggio in via Angelo Emo (in prossimità della metro A Cipro) per proseguire con il multi-piano della stazione metro B1 Jonio, arrivando ad estendere il meccanismo anche nelle zone vicine alle stazioni di Ponte Mammolo o Anagnina.
 

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Sedicenne trovato morto, coetaneo confessa: «Gli ho sparato»
Genova, Palazzo Chigi: le coperture ci sono, ma è scontro con Toti
Di Maio assicura: da metà marzo via al reddito di cittadinanza
Obbligatori i seggiolini salvabebè Sì del Senato alla legge
Trump all'Onu: «Rispettare sovranità dell'America, isolare l'Iran»