Civitanova, ragazza violentata nel bagno di un centro commerciale da un militare

CIVITANOVA - Ha palpeggiato una ragazza e l’ha spinta in un box dei bagni per abusare di lei. La vittima si è ribellata e dopo essere stata presa a pugni è riuscita a fuggire. L’aggressione choc è avvenuta in un centro commerciale e ora un giovane militare dell’Esercito è indagato per violenza sessuale e lesioni. 

LEGGI ANCHE Roma, 14enni stuprate al Collatino: 6 anni ai due rom ventenni
 

I fatti finiti all’attenzione della magistratura risalgono al 28 novembre dello scorso anno. Stando a quanto emerso nel corso dell’attività investigativa coordinata dal sostituto procuratore Stefania Ciccioli, l’indagato - un ventinovenne residente in Trentino Alto Adige, che si trovava in vacanza nelle Marche - avrebbe visto nei bagni della struttura di vendita una dipendente del centro commerciale. Come preso da un raptus, si è scagliato su di lei, l’ha palpeggiata sul seno e si è strofinato sul suo corpo. Poi l’ha bloccata e spintonata in uno dei box della toilette. Alla fine lei è riuscita a fuggire.

Il Pm Ciccioli ha condiviso le risultanze investigative dei carabinieri e dopo aver firmato l’avviso di chiusura delle indagini preliminari ha chiesto il giudizio per il militare dell’Esercito. L’udienza sarà celebrata il prossimo 24 ottobre davanti al Gup Manzoni. Il giovane è difeso dall’avvocato Nicola Nettis. 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Diventa mamma a 62 anni: parto da record all'Ospedale San Giovanni di Roma
Manovra, Salvini: «Non cambiamo» Austria e Olanda: pronti a procedura
M5S, esplode il caso ribelli. Fattori: «Terrorismo psicologico». De Falco: «Io coerente»
Migranti, primo gruppo da Honduras arrivato al confine con gli Usa
Israele, si dimette il ministro Lieberman: «Cessate il fuoco è una resa al terrorismo»