Sci, in pista con il Green pass: le regole per la ripartenza, si prepara così la nuova stagione

Questa volta può finalmente essere quella buona per gli sciatori italiani. Dopo aver patito chiusure e (troppe) false partenze lo scorso inverno, le piste da sci della Penisola quest'anno potranno infatti fare affidamento su uno strumento in più: il Green pass. Per quanto non sia formalmente ancora considerato obbligatorio né per le piste né per gli impianti di risalita, il Qr code sarà con ogni probabilità il grimaldello deputato al rilancio di un settore che ha sofferto tremendamente l'impatto delle chiusure Covid. Così, a una manciata di settimane dall'inizio della nuova stagione, c'è già chi si sta organizzando e - come Trentino Alto Adige e Valle d'Aosta, si prepara a pressare il governo per fare in modo che la misura venga ufficializzata al più presto in modo da evitare nuovi stop&go.  

Smart working, dal lavoro «ibrido» al divieto all'estero: ecco come sarà nel post emergenza

Oltralpe ad esempio, hanno già preso provvedimenti. Il governo di Vienna ieri ha infatti annunciato che per questa stagione gli operatori delle funivie potranno far accedere solo le persone in grado di dimostrare che sono state vaccinate o che hanno fatto di recente un tampone con esito negativo o che sono guarite dal Covid-19. Inoltre, in Austria,  sugli impianti di risalita non dovranno essere osservati il distanziamento sociale né ci saranno limiti di capacità, ma i passeggeri dovranno indossare una mascherina ffp2. «Sono convinta che con queste condizioni generali sarà possibile una stagione invernale senza preoccupazioni e sicura nel nostro Paese», ha affermato la ministra del Turismo, Elisabeth Koestinger. Tuttavia, secondo il governo guidato da Sebastian Kurtz, in caso di un aumento del numero di pazienti affetti da coronavirus nelle terapie intensive, queste regole verranno inasprite.

Green pass, le nuove regole: quanto tempo vale il certificato e quanto costano i tamponi

E in Italia? Per il momento la sola certezza è che la mascherina serve per accedere agli impianti di risalita e che la capienza dei mezzi è limitata all'80%, ma c'è anche già chi chiede il Green pass. È il caso delle piste in Val Senales, in Alto Adige, dove per acquistare lo skipass è ora necessario mostrare il proprio Green pass o anche l'esito negativo di un tampone: i controlli vengono effettuati direttamente alle casse, ancora prima che si acquisti il biglietto. 

 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Manovra, le misure: superbonus esteso (ma villette escluse). Pensione anticipata con Quota 102 e giù l'Iva sugli assorbenti
Statali, ecco il lavoro a domicilio (con orario da ufficio). Stipendi più alti ai superfunzionari
Letta: «Con Gualtieri sindaco Roma al centro dell’Europa»
Si rafforza l'asse Lega-FdI: «Governare con la sinistra ci fa perdere le elezioni»
Digitale terrestre, scatta lo switch off: canali che cambiano e bonus tv Guida