Salvini e l'aborto: «Il pronto soccorso non è la soluzione a stili di vita incivili»

GUARDA IL VIDEO

Roma torna Capitale. È uno slogan, ma anche una felpa che viene donata a Matteo Salvini, mattatore dell'evento a Palazzo dei congressi dell'Eur. Sala stracolma e pubblico anche fuori. Tutti qui per questi stati generali del Carroccio in salsa capitolina che punta tra un anno a conquistare il Campidoglio. Ma con chi? Il nome non c'è, o se esiste è top secret. Intanto ci sono gli emissari del resto del centrodestra, da Fratelli d'Italia a Forza Italia.

LEGGI ANCHE Sardine in piazza a Roma: «A Conte chiederemo di abolire i decreti Salvini sui migranti»

Claudio Durigon, ex sottosegretario al Lavoro e padrone di casa, galvanizza la folla: «Possiamo farcela, ce la faremo. Roma si merita di più, serve una visione d'insieme. La Raggi diceva che il vento era cambiato: sì quell'odore dei rifiuti che perseguita la città».
 
«La gente che vedo qui, ci dice che noi vinceremo, è solo una questione di tempo. Lo dico sottovoce, non siete dei romani normali, ci sono 20 gradi la gente è in spiaggia o a villa Borghese, si sta rilassando, mezza città aspetta la partita di stasera», comincia Matteo Salvini. E aggiunge: «Sono orgoglioso di voi che siete la Roma vera».
 

«Perché non processano la Raggi per sequestro di passeggeri, visto quello che sta facendo con la metro Barberini a Roma dove le persone possono solo uscire e non entrare». Salvini dal palco rivela che prima dell'iniziativa ha preso un caffè con Claudio Lotito, patron della Lazio. «Ma ora non pensiamo al derby, l'unico che dobbiamo vincere di derby è quello con Conte».

Fanno discutere, infine, alcune dichiarazioni di Salvini sul tema aborto: «Ci sono state donne non italiane che sono andate sei volte al pronto soccorso per l'aborto», dice mentre punta il dito contro l'affollamento dei pronto soccorso anche da parte di chi chiede l'interruzione di gravidanza. «Non mi spetta giudicare, è giusto che sia la donna a scegliere, ma non puoi arrivare a prendere il pronto soccorso come la soluzione a uno stile di vita incivile per il 2020», aggiunge. E poi: «È ora di smetterla con i non italiani al pronto soccorso, alla terza volta che ti presenti paghi».

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Imprese, oggi il decreto sulla liquidità: così il finanziamento delle aziende Schede
L'assessore D'Amato: «Roma entro aprile sarà a contagio zero» Vaccino antiinfluenza agli over 65
La mappa del virus nel Lazio: nessun malato in 156 Comuni
Lezioni web obbligatorie, salta esame terza media: a settembre l'anno potrebbe cominciare da casa
Locatelli: «Avevamo previsto il calo, ma non sarà un'estate normale»