Treviso, critica la pediatra su Facebook e lei cancella il figlio dai pazienti

Una mamma pubblica un post su Facebook in cui lamenta la scarsa presenza della pediatra: per tutta risposta, la dottoressa ricusa il figlio dalle sue liste. Ecco cos'è successo per uno sfogo sulla piazza virtuale dell'Ora di Castelfranco utilizzata per condividere le proprie preoccupazioni con altri utenti del web, in questo caso con i genitori. «Venti giorni fa ho espresso un'opinione (su Facebook): ho detto che non sono riuscita a parlare direttamente con il medico, in tre settimane ho parlato con due sostituti e una segretaria - ricorda la mamma - poi mi è arrivata la lettera. Ho telefonato, un responsabile dell'Usl 2 mi ha riferito che la dottoressa ha deciso di non seguirmi più a causa di un mio post».

A fare chiarezza è il direttore generale dell'Usl 2, Francesco Benazzi: «Quello tra medico e paziente è un rapporto fiduciario. Come un paziente, se non ha più fiducia, può cambiare medico, così anche il medico può ricusare il paziente. Sono le regole del contratto nazionale»...

LEGGI ANCHE: «Sei sempre arrabbiato e la sera torni stanco»: polemica sulla filastrocca per la festa del papà in una materna
 
 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Antonio Megalizzi il giornalista ferito lotta fra la vita e la morte. «Non è operabile»
Strasburgo, 3 morti: è caccia a Cherif «Fuga in Germania». Familiari fermati
Conte: «Con Juncker farò valere il sistema Italia»
Rogo a Roma, l'Arpa: «Inquinamento oltre i limiti a Villa Ada e Tiburtina»
Strage in discoteca, 17enne fermato rimesso in libertà