Il nuovo romanzo di Richard Flanagan; «Io, ghost-writer del re delle truffe»

i tempi del verosimile, c’è sempre più bisogno di verità. E un romanziere impegnato come Richard Flanagan, premio Booker per il capolavoro La strada stretta verso il profondo Nord, non poteva tacere. Per intervenire nel dibattito su post-truth e fake news, lo scrittore 58enne nato in uno sperduto villaggio minerario della Tasmania, è tornato indietro di quasi trent’anni, e a un’esperienza che gli valse l’esordio nella scrittura.Il re australiano delle truffe di allora, John Friedrich, che...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Di Maio a Tria: «Italiani in difficoltà un ministro serio i soldi li trova»
Olimpiadi 2026, stop di Giorgetti: candidatura italiana muore qui
Detenuta lancia i 2 figli dalle scale a Rebibbia: una muore, l'altro grave
Corruzione, arrestato il sindaco di Ponzano Romano: indagati Verdini, Ciocchetti e Coratti
Fondi Lega, c'è l'intesa: il partito verserà 600.000 euro ogni 12 mesi. Così rimborso in 76 anni