Panini, arrivano i sandwich creativi di Giorgio Borrelli con "Un panino per tutti i gusti"


Scrittori, filosofi, grandi giornalisti, scienziati… eppure a conquistare applausi a scena aperta a Tempo di Libri che ha aperto stamattina i battenti a Milano, nel primo pomeriggio è stato un barista col suo libro sui panini (“Un panino per tutti i gusti” edito da Gribaudo-Feltrinelli, 14,90 euro). Lui si chiama Giorgio Borrelli e lo scorso anno ha vinto la prima edizione del concorso nazionale “Artista del Panino”. Borrelli a Milano ha presentato 'miniature', ovvero sfiziosi mini panini farciti di leccornie, dedicati – nel giorno della festa della donna – alla moglie Valentina con cui gestisce a Cagliari un locale specializzato in sandwich creativi.
 

Il volume, adatto anche a chi non ha dimestichezza con i fornelli, si divide in cinque capitoli: nel primo è spiegato passo per passo come preparare in casa le salse e i diversi tipi di pane mentre negli altri quattro, “Baguette”, “Croissant”, “Miniature” e “Ciabatte “ sono consigliate le farciture migliori per ogni categoria.
Fra le ricette consigliate spiccano quelle dei panini che hanno conquistato il podio come il celebre croissant salato “Tu si che vale” a base di ricotta affumicata (mustìa), patè di fave, zucchine, miele di corbezzolo e fette di guanciale e il “Gennargentu”, baguette con zafferano, zucchine trifolate, prosciutto di cinghiale, crema di pecorino. Quest'ultimo si era classificato quinto al campionato mondiale di sandwich del 2008.

Tra i cavalli di battaglia di Giorgio e Valentina c'è la focaccia ricoperta con topping di mozzarella e prosciutto crudo o con mortadella e pomodorini. Ma nel libro c'è di tutto e di più in fatto di abbinamenti, accostamenti, prodotti. Qualche idea? Ecco la baguette con prosciutto di Praga, patate e maionese al tonno oppure alle noci con carpaccio di pesce spada. Tra i croissant a ingolosire particolarmente sono quello multisemi piccanti con uovo, spinaci e mandorle oppure con pane sfogliato con coppa, mostarda e menta fresca.  Difficile scegliere tra le 22 varianti di ciabatte o le 19 di focacce. Tutti piatti – pardon: panini gourmet – non difficili da realizzare.  “Nessun ingrediente segreto – spiega Borrelli– quando preparo i miei panini seguo solo una sola e semplice regola: trovare il giusto equilibrio fra materia prima, sapori e qualità”. 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Pensioni, quota 100 da febbraio Assegni d'oro, rc auto, fisco: le misure
Rapina in banca a Roma: dipendenti in ostaggio, ma il colpo fallisce
Polizia italiana: «La Francia ci riporta i migranti con i furgoni». Parigi: «Un errore»
Addio a Paul Allen, fondatore di Microsoft con Bill Gates: aveva 65 anni
Fico: «Chiedere scusa e poi bimbi a mensa». Lega all'attacco