Roma, scooter contro auto: muore 36enne, non aveva il casco. Radici sott'accusa

E' morto sbalzato dal motorino. Catapultato contro un'auto a forte velocità questa notte in viale del Lido di Castel Porziano, la strada che collega la Cristoforo Colombo alla via Litoranea. Era senza casco e viaggiava su quella strada dissestata, già chiusa anni fa per il completo rifacimento dell'asfalto che ora presenta nuove crepe e pericolosi avvallamenti. E' stata anche questa una possibile causa dell'ennesima tragedia stradale. Ci saranno accertamenti sulle radici degli alberi che hanno sollevato l'asfalto, così come è stato per Noemi Carrozza, la campionessa di nuoto sincronizzato morta venerdì scorso cadendo dal suo scooter su un tratto di Colombo a poca distanza.

Nello scontro sono rimasti coinvolti due mezzi, un Piaggio Liberty e una jeep Cherokee. Il conducente del Piaggio Liberty, uomo di 36 anni, di Ardea, è deceduto sul colpo. Dai primissimi accertamenti effettuati, il conducente della moto sembrerebbe non indossasse il casco e procedesse a velocità sostenuta, con mezzo privo assicurazione. Secondo quanto riferito il centauro sarebbe finito sotto il veicolo che in quel momento proveniva dall'altro senso di marcia, altezza del maneggio. Dai primi elementi raccolti l'automobilista sembra non abbia potuto evitare l'impatto. Una pattuglia della Polizia locale di Roma Capitale Gruppo Marconi è stata impegnata fino a poche ore fa nei rilievi dell'incidente. Sono intervenute in ausilio per la messa in sicurezza dell'area e le chiusure le pattuglie del Gruppo X Mare e del Gpit.
 

LEGGI ANCHE: La morte di Noemi, la Procura indaga per omicidio stradale
LEGGI ANCHE: Colombo e strade killer: un morto su 3 per le buche

 

Si tratta dell'ennesima vittima di questo tratto di strada maledetto, pieno di buche e radici di alberi affioranti. La scorsa settimana è morta, sbalzata dal suo scooter e sempre a causa delle radici, la ventenne Noemi Carrozza. Sul suo decesso la Procura di Roma ha aperto un fascicolo per omicidio stradale. In base agli acertamenti, infatti, gli investigatori tra le cause della morte hanno escluso sia il malore che l'urto con altri veicoli.

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Volontaria italiana di 23 anni rapita da un commando armato in Kenya Mappa
Governo battuto sulla giustizia
Casamonica, passerella nella reggia del clan e gara Raggi-Salvini
Lupo solitario dell'Isis arrestato a Milano
Appalti truccati per l'affidamento di opere pubbliche. Giro da un miliardo