Renault Scenic da spettacolo, con il nuovo TCe 1.3 giù consumi ed emissioni migliorando le performance

FIRENZE - Nasce dal lavoro sinergico svolto dall’Alleanza (Renault, Nissan e Mitsubishi) insieme a Daimler il nuovo motore benzina TCe 1.3 che Renault lancia inizialmente su Scenic e Grand Scenic, con lo scopo di abbassare consumi ed emissioni migliorando le performance. Rappresenta un altro tassello del processo di rinnovamento sempre più orientato verso le motorizzazioni benzina, ibride ed elettriche, in un mercato europeo che vede il diesel in lieve ma costante decrescita.

Il TCe 1.3 sarà prodotto in Spagna, Germania, Regno Unito e Cina (in cinque fabbriche differenti) e sarà venduto in Europa, Russia, Brasile, Cina, Giappone e Corea del Sud; per poi arrivare in Africa, Medio Oriente e India. Nel corso dei prossimi mesi sarà anche adottato da gran parte della gamma Renault (segmenti B, C e D), con una produzione prevista di un milione di motori all’anno. Sostituisce il vecchio 1.2 e adotta nuove tecnologie che lo rendono estremamente efficiente. A partire dal rivestimento dei cilindri ripreso dal motore della Nissan GT-R (che migliora l’efficienza riducendo gli attriti e ottimizzando la conduttività termica), passando per l’iniezione diretta di benzina con pressione portata a 250 bar e finendo con la nuova camera di combustione progettata per ottimizzare la miscela aria/carburante.

Che dalla teoria alla pratica significano una riduzione del 5,5% dei consumi e di 7 g/km di emissioni su Scenic e rispettivamente dell’8% e di 11 g/km su Grand Scenic. Il TCe 1.3 è declinato in tre livelli di potenza: 115 cv, 140 cv e 160 cv, con cambio manuale a sei marce o con il doppia frizione EDC a sette velocità, per la prima volta disponibile su Scenic TCe. In tutti i casi assicura una coppia molto elevata (seppur differente in funzione del livello di potenza) sin dai bassi regimi. Tra le strade di Firenze abbiamo messo alla prova la versione intermedia da 140 cv.

È un motore molto equilibrato, spinge subito già dai 1.500 giri/min, sembrando quasi un diesel magicamente silenzioso. Si adatta perfettamente ad un’auto come la Scenic e, se sfruttato in modo intelligente, assicura anche consumi molto contenuti. Viene proposto a partire da 22.050 euro (Scenic Sport Edition Energy Tce 115) con i prezzi che restano pressoché invariati se rapportati a quelli della Scenic con il “vecchio” 1.2.

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Inceneritori, nuovo scontro Lega-M5S Di Maio e Fico: «Non sono previsti» ​Salvini: «La realtà cambia»
Maturità, cambia anche l'orale: c’è l’esame di educazione civica
Gilet Gialli, Francia nel caos: un morto e 227 feriti Scontri all'Eliseo
Donna aggredita con l'acido e accoltellata in un ristorante: è grave
Terremoto, forte scossa sulle Dolomiti: paura a Cortina e Belluno