Putin, l'esercito dei papà. «Anziani con i capelli bianchi inviati al fronte in prima linea»

Secondo fonti di intelligence militare, ora il numero di coloro che sono fuggiti supera probabilmente il numero delle truppe nelle forze russe originali di Putin

Putin, l'esercito dei papà. «Anziani con i capelli bianchi inviati al fronte in prima linea»
Qualcuno le ha già definite «foto umilianti». Decine di migliaia di riservisti nelle ultime ore hanno dovuto presentarsi per la mobilitazione ordinata da...

Accedi all'articolo e a tutti i contenuti del sito
con l'app dedicata, le newsletter, i podcast e gli aggiornamenti live.

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
159,98€
40€
Per 2 anni
SCEGLI ORA
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
79,99€
19€
Per 1 anno
SCEGLI ORA
 
MENSILE
6,99€
1€ AL MESE
Per 6 mesi
SCEGLI ORA

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
159,98€
29€
Per 2 anni
SCEGLI ORA
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
79,99€
11,99€
Per 1 anno
SCEGLI ORA
 
MENSILE
6,99€
2€ AL MESE
Per 12 mesi
SCEGLI ORA

OFFERTA SPECIALE

Leggi l'articolo e tutto il sito ilmessaggero.it

1 Anno a 9,99€ 89,99€

oppure
1€ al mese per 6 mesi

Rinnovo automatico. Disattiva quando vuoi.

L'abbonamento include:

  • Accesso illimitato agli articoli su sito e app
  • La newsletter del Buongiorno delle 7:30
  • La newsletter Ore18 per gli aggiornamenti della giornata
  • I podcast delle nostre firme
  • Approfondimenti e aggiornamenti live

Qualcuno le ha già definite «foto umilianti». Decine di migliaia di riservisti nelle ultime ore hanno dovuto presentarsi per la mobilitazione ordinata da Vladimir Putin. In decine di scatti si possono vedere soldati anziani che ora dovranno andare in prima linea. Un «esercito di papà» che ha creato qualche imbarazzo al Cremlino. Mentre moltissimi russi hanno tentato la fuga in altri Paesi (e la Finlandia ha deciso di chiudere i confini da stanotte), altri hanno deciso di unirsi allo sforzo bellico nonostante la loro età, lo stato di salute e un addestramento limitato, per rafforzare il numero delle truppe dopo la controffensiva di Kiev.

A Sebastopoli in Crimea, reclute anziane dai capelli bianchi si sono messe in fila con le loro uniformi. Le immagini sono state scattate martedì, a meno di una settimana dall'ordine di Putin. E mostrano quanto sia stata affrettata la mobilitazione, rispetto ai sei mesi di formazione minimi normalmente previsti. Gli uomini arruolati fanno parte delle comunità rurali della classe operaia che non sono state in grado di unirsi alle masse in fuga oltre il confine con la vicina Georgia, Kazakistan e Finlandia. 

 

 

Secondo fonti di intelligence militare, ora il numero di coloro che sono fuggiti supera probabilmente il numero delle truppe nelle forze russe originali di Putin. Il ministero della Difesa britannico ha dichiarato oggi nel suo aggiornamento quotidiano: «Nei sette giorni da quando il presidente Putin ha annunciato la mobilitazione parziale c'è stato un considerevole esodo di russi che cercano di eludere la convocazione. Sebbene i numeri esatti non siano chiari, probabilmente superano le dimensioni della forza di invasione totale che la Russia ha messo in campo nel febbraio 2022».

 

 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
«Assegno unico per tutti, non sarà legato all’Isee», Roccella (Famiglia): vogliamo premiare chi ha 4 figli
Nordio: «Intercettazioni, troppi abusi. Carriere separate e arresti decisi da un collegio di giudici»
Meloni: «Da Bankitalia sulla manovra nessuna critica sostanziale. Pnrr? Condivido parole di Mattarella»
Autonomia, norma beffa di Calderoli: niente fondi alle Regioni più deboli. Sì ai Lep ma senza soldi
Scuola, Natale con l’extra per i professori: in arrivo un assegno di 2.450 euro