"Vicini con un segno", alla Maker Faire un muro pieno di messaggi per Amatrice

Maker Faire 2016 è anche solidarietà. A 50 giorni dal terribile terremoto che ha colpito la popolazione del Centro Italia, la fiera dell’innovazione ha voluto...

Accedi all'articolo e a tutti i contenuti del sito
con l'app dedicata, le newsletter, i podcast e gli aggiornamenti live.

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
159,98€
40€
Per 2 anni
SCEGLI ORA
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
79,99€
19€
Per 1 anno
SCEGLI ORA
 
MENSILE
6,99€
1€ AL MESE
Per 6 mesi
SCEGLI ORA

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
159,98€
29€
Per 2 anni
SCEGLI ORA
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
79,99€
11,99€
Per 1 anno
SCEGLI ORA
 
MENSILE
6,99€
2€ AL MESE
Per 12 mesi
SCEGLI ORA

- oppure -

Sottoscrivi l'abbonamento pagando con Google

OFFERTA SPECIALE

Leggi l'articolo e tutto il sito ilmessaggero.it

1 Anno a 9,99€ 79,99€

oppure
1€ al mese per 6 mesi

Rinnovo automatico. Disattiva quando vuoi.

L'abbonamento include:

  • Accesso illimitato agli articoli su sito e app
  • La newsletter del Buongiorno delle 7:30
  • La newsletter Ore18 per gli aggiornamenti della giornata
  • I podcast delle nostre firme
  • Approfondimenti e aggiornamenti live
Maker Faire 2016 è anche solidarietà. A 50 giorni dal terribile terremoto che ha colpito la popolazione del Centro Italia, la fiera dell’innovazione ha voluto ricordare le vittime del sisma. E lo ha fatto con l’iniziativa “Vicini con un segno”: si tratta di un’area all’interno del padiglione 8 dove è presente un plastico in 3D che riproduce i paesi di Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto prima della distruzione e dove è posizionato anche un grande pannello dove chiunque può lasciare un messaggio di incoraggiamento a tutti gli abitanti dei territori colpiti dal terremoto.
Nella rappresentazione virtuale maggiore dettaglio è stato dato agli elementi più caratterizzanti, quali la Chiesa di S.Agostino, il complesso del Santissimo Crocifisso,la Chiesa di San Francesco e Santa Maria di Porta e piazza Cacciatori del Tevere. Un omaggio, un documento, un aiuto alla memoria per riproporre in scala quello che in parte purtroppo non c’è più.

A curare la comunicazione dell’iniziativa la RUFA, la Rome University of Fine Arts che raccoglierà le migliaia di messaggi dei visitatori della Fiera e li porterà direttamente nelle tendopoli che accolgono le famiglie rimaste senza casa. Anche dei piccoli pensieri a volte possono aiutare a ripartire più velocemente.
Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Cartelle da mail non valide, scontro sull’invio delle Pec. Centinaia di avvisi di riscossione cassati
L’interferenza di Mosca sulla campagna elettorale, Medvedev attacca: «Punite il vostro governo»
Verso il voto Liste, il centrodestra rinvia l'intesa si tratta su 10 collegi in bilico
Meloni: «Dalle imprese estere fideiussione sulle tasse. No al salario minimo»
Centrodestra in calo (ma il Terzo polo è lontano dalle due cifre): i sondaggi