La mini-auto a guida autonoma degli studenti di Monterotondo

Un piccolo prototipo di macchina a guida autonoma interamente made in Italy. È Robocar, frutto delle sapienti mani e delle menti geniali dei ragazzi dell'Istituto Cardano di Monterotondo che si sono lanciati in un progetto ambizioso e che sta attirando l'attenzione dei visitatori della Maker Faire Rome, la fiera dell'innovazione più importante al mondo, giunta nella Capitale alla sua quinta edizione.
 
Robocar per adesso riconosce il segnale di stop e di svolta, ma i ragazzi sognano di rendere molto più completo il loro prototipo. «In tanti ci dicevano che stavamo affrontando una sfida al limite con la fantascienza - dice Simone Vasta, uno dei ragazzi che ha ideato e progettato il prototipo - Adesso il nostro sogno è implementare le funzionalità e riuscire a raggiungere sempre più obiettivi. Chissà, magari un giorno riusciremo a diventare gli inventori di una car made in Italy».
 

 

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Nave Ong in attesa di un attracco Salvini: «Malta apra porti a Lifeline» La Valletta: «No. Non ci compete»
Vaccini, Salvini contro l'obbligo «Inutili 10, scuole aperte ai bimbi» No di Giulia Grillo
Dall’epatite al morbillo, la prevenzione è decisiva Anteprima sul Messaggero Digital
Morti lo chef Narducci e un'amica
Uccise la moglie a bastonate, ergastolo al dermatologo Cagnoni