La mini-auto a guida autonoma degli studenti di Monterotondo

Un piccolo prototipo di macchina a guida autonoma interamente made in Italy. È Robocar, frutto delle sapienti mani e delle menti geniali dei ragazzi dell'Istituto Cardano di Monterotondo che si sono lanciati in un progetto ambizioso e che sta attirando l'attenzione dei visitatori della Maker Faire Rome, la fiera dell'innovazione più importante al mondo, giunta nella Capitale alla sua quinta edizione.
 
Robocar per adesso riconosce il segnale di stop e di svolta, ma i ragazzi sognano di rendere molto più completo il loro prototipo. «In tanti ci dicevano che stavamo affrontando una sfida al limite con la fantascienza - dice Simone Vasta, uno dei ragazzi che ha ideato e progettato il prototipo - Adesso il nostro sogno è implementare le funzionalità e riuscire a raggiungere sempre più obiettivi. Chissà, magari un giorno riusciremo a diventare gli inventori di una car made in Italy».
 

 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Consip, 7 richieste di rinvio a giudizio: a rischio processo l'ex sottosegretario Lotti
Mense scolastiche, irregolare una su 3 Cibi scaduti e topi Grillo: «Film horror»
Battisti, il Brasile ordina l'arresto ma lui è scomparso «Visto l'ultima volta martedì»
Pensioni d'oro, M5s: taglio dal 10 al 40% per la parte oltre i 90mila euro per 5 anni
Tasse non versate, Corona deve 14,5 milioni all'Agenzia delle Entrate «Per 4 ospitate 200mila euro»