Puglia chiude le scuole. Emiliano: «Aumento contagi è coinciso con ritorno in classe, entro fine novembre ne avremo 2.500 al giorno»

GUARDA IL VIDEO

La Puglia chiude le scuole. «Abbiamo dovuto prendere una decisione difficile, quella di sospendere la didattica in presenza in tutte le scuole di ogni ordine e grado», ha annunciato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, su Sky Tg24 durante la trasmissione «I numeri della Pandemia».

Studenti in Dad alla prova connessione. Scuole potenziate ma la rete ha i buchi

Covid Italia, Conte: «Siamo nello scenario 3». Ecco cos'è e cosa prevede

«Nelle scuole primarie abbiamo numeri pesantissimi, restano escluse dal provvedimento le scuole per l'infanzia, dove la frequenza non è obbligatoria», ha aggiunto. «Abbiamo verificato - ha concluso - che l'aumento dei contagi è coinciso con la riapertura delle scuole».

 

Emiliano: oggi picco storico dei contagi

«Oggi in Puglia - ha sottolineato - abbiamo toccato il picco massimo storico con quasi 800 nuovi contagiati che ci hanno portato alla decisione dolorosa di obbligo della didattica a distanza in tutte le scuole. L'inizio dell'incremento nella regione coincide con la riapertura delle scuole ed è bene che il governo se ne renda conto».

 

«I numeri di questa seconda ondata sono molto superiori a quelli di marzo e aprile, quindi ci stiamo predisponendo per andare ben oltre il piano di potenziamento delle terapie intensive autorizzato, con grande parsimonia, dal governo. Ci stiamo preparando a una ondata formidabile, tutti gli ospedali pugliesi parteciperanno a questa lotta». Emiliano ha aggiunto che in base alle previsioni e agli studi della task force regionale, entro «fine novembre» in Puglia ci saranno circa «2.500 contagi al giorno» per Covid.

A Napoli la protesta delle mamme contro la Dad

 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Patuanelli: per investimenti delle pmi in manovra sconto fiscale del 10% Recovery, Gualtieri: non ci sarà blocco
Bozza Dpcm: regioni blindate dal 21 A Capodanno coprifuoco fino alle 7
Che Natale sarà? Per il cenone il limite sale da 6 a 10 persone, niente spostamenti fra Comuni
Acquisti di Natale, chiusi i centri commerciali, apertura dei negozi fino alle 21
Decreto Natale, spostamenti vietati dal 21: sparisce deroga per gli anziani soli