Marianna Triasko, ucraina residente in Veneto muore in guerra: era tornata nel suo Paese per combattere

Aveva 37 anni. Lascia un figlio di 10 anni e una figlia di 14

Donna ucraina residente in Veneto muore in guerra: Marianna Triasko era tornata per combattere
Aveva 37 anni Marianna Triasko, la donna ucraina, residente in Veneto da 14 anni, morta in combattimento nel proprio Paese. Originaria di Ivano-Frankivsk, risiedeva a Villorba,...

Accedi all'articolo e a tutti i contenuti del sito
con l'app dedicata, le newsletter, i podcast e gli aggiornamenti live.

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
159,98€
40€
Per 2 anni
SCEGLI ORA
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
79,99€
19€
Per 1 anno
SCEGLI ORA
 
MENSILE
6,99€
1€ AL MESE
Per 6 mesi
SCEGLI ORA

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
159,98€
29€
Per 2 anni
SCEGLI ORA
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
79,99€
11,99€
Per 1 anno
SCEGLI ORA
 
MENSILE
6,99€
2€ AL MESE
Per 12 mesi
SCEGLI ORA

- oppure -

Sottoscrivi l'abbonamento pagando con Google

OFFERTA SPECIALE

Leggi l'articolo e tutto il sito ilmessaggero.it

1 Anno a 9,99€ 89,99€

oppure
1€ al mese per 6 mesi

Rinnovo automatico. Disattiva quando vuoi.

L'abbonamento include:

  • Accesso illimitato agli articoli su sito e app
  • La newsletter del Buongiorno delle 7:30
  • La newsletter Ore18 per gli aggiornamenti della giornata
  • I podcast delle nostre firme
  • Approfondimenti e aggiornamenti live

Aveva 37 anni Marianna Triasko, la donna ucraina, residente in Veneto da 14 anni, morta in combattimento nel proprio Paese. Originaria di Ivano-Frankivsk, risiedeva a Villorba, nel trevigiano, ed era sposata con un italiano. Aveva due figli di 10 e 14 anni. A rivelare la triste vicenda è stato il Tgr Rai del Veneto. Quando è iniziato il conflitto è tornata in Ucraina. L'ex sindaco di Villorba Marco Serena, contattato dall'ANSA, ha confermato che la donna risulta risiedere con la famiglia nel Comune trevigiano, ed è cittadina italiana.

Benjamin Giorgio Galli, il foreign fighter italo-olandese morto in Ucraina. Il padre: «Mio figlio eroe di guerra» Chi era: combatteva con Kiev da volontario

Marianna Triasko morta in Ucraina 

Pochi i riscontri sulla sua vita nella cittadina, che si trova alla periferia nord di Treviso. In base a quanto riportano alcuni media ucraini il corpo di Marianna sarà presto consegnato e sepolto nella sua terra natale. Gravemente ferita sul campo a causa di colpi di mortaio, per circa due giorni i medici hanno cercato di fare l'impossibile per salvarle la vita, ma la donna non ce l'ha fatta. «Voleva essere utile ai nostri militari e all'Ucraina», ha raccontato una sua amica, rivelando che Marianna dopo avere visto in televisione che c'era carenza di personale medico in Ucraina, non ha avuto alcuna esitazione a lasciare tutto e partire.

«Ricordo il nostro primo incontro, parlava molto e sorrideva tutto il tempo, come se non avesse paura. I suoi fratelli erano orgogliosi di lei. Era sempre preoccupata per il loro benessere, sapeva come incoraggiare» le persone, ha aggiunto la stessa fonte. In molti nel suo villaggio che si trova nella regione di Ivano-Frankivsk continuano a conservare un bel ricordo di lei. «Marianna è cresciuta qui, è andata a scuola, poi ha lavorato in un ospedale locale, faceva il medico - precisa un suo conoscente al sito ucraino news.obozrevatel.com -. Circa 14 anni fa è andata a vivere e lavorare in Italia. Le sue due sorelle e la madre vivono lì, mentre suo fratello in Germania»

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Nuova ondata di scosse. «Come 130 atomiche» Oltre 5.000 morti, un italiano tra i dispersi
Freddo, pioggia, neve e rischio malattie infettive: ecco perché i soccorsi sono proibitivi. Oms: «Bilancio dei morti può salire a 20mila»
Perché il sisma è stato così devastante? Le analogie con la faglia di San Andreas
Montella: «Scosse senza fine, a fuoco il mio hotel ad Adana. I giocatori sono preoccupati»
Pigiamini insanguinati e salvataggi da film: il dramma dei sepolti vivi. I bimbi sorpresi nel sonno