Allerta meteo, dalla Campania alla Sardegna ecco la nuova ondata di neve e pioggia

Allerta meteo, dalla Campania alla Sardegna ecco la nuova ondata di neve e pioggia

Nuova ondata di freddo e maltempo sull'Italia. I forti venti di Libeccio raggiungeranno un po' tutta la Penisola. In Campania è già scattato l'avviso della protezione civile a partire da domani: allerta meteo arancione per piogge e temporali anche forti con criticità idrogeologica. Si parte oggi dalla Sardegna con cielo coperto e isolati piovaschi, successivamente le nubi aumenteranno decise su Liguria centrale e orientale, Toscana, Lazio, Campania e coste del basso tirreno (calabresi e siciliane). Col passare delle ore le precipitazioni diventeranno più frequenti sull'alta Toscana, sullo spezzino ed entro sera su Sardegna, Lazio e Campania. Rovesci intensi e temporali in nottata interesseranno le medesime regioni mentre comincerà a piovere anche in Emilia Romagna e in Veneto. Sarà domani che la perturbazione diventerà più cattiva. Nubi e piogge bagneranno il Nordest, ma si concentreranno con maggior intensità su Toscana, Lazio e Campania. Non sono da escludere nubifragi in provincia di Roma, Rieti, Frosinone, Latina e Caserta. I venti soffieranno sempre più forti da Libeccio con raffiche fino a 80 km/h e possibilità di mareggiate sulle coste tirreniche. La neve sarà diffusa sugli Appennini e in Sardegna, debole sulle Alpi del Triveneto a partire dai 7-900 metri. Le temperature rimarranno fredde al Nord con possibili gelate in pianura.

In Sardegna c'è il ritorno della neve a quote collinari, sopra i 500 metri. Lo rileva l'ufficio meteo dell'Aeronautica militare di Decimomannu. «A partire da questa sera saremo interessati da un sistema frontale che già dalla notte e per tutta la giornata di giovedì 2 colpirà l'intera Isola con precipitazioni, anche a carattere temporalesco e con qualche cumulato rilevante nella parte occidentale - spiegano i meteorologi militari - Dapprima le temperature saranno il leggera diminuzione, poi venerdì ci sarà un temporaneo miglioramento e da sabato un nuovo sistema nuvoloso con venti moderati di maestrale che tenderanno a rinforzare dal quadrante settentrionale sino ad arrivare lunedì sino a tramontana, toccando anche i 50 km/h». «La neve ritornerà a cadere a partire dalla serata di domenica e nella giornata di lunedì, sempre sulla parte occidentale, a partire dai 500 metri sul livello del mare - aggiungono - ci sarà anche un vistoso calo delle temperature, che, scenderanno di anche di 10 gradi e comunque non saranno superiori agli 8-10 gradi in pianura».

Mercoledì 1. Al nord: si copre in Liguria con piovaschi sullo spezzino, entro sera si copre un pò ovunque. Al centro: peggiora su Sardegna, Toscana e Lazio con piogge via via più diffuse entro sera. Al sud: peggiora in Campania con piogge, nubi diffuse su Calabria e Sicilia.

Giovedì 2. Al nord: piogge al Nordest, più asciutto altrove. Al centro: maltempo su Sardegna, Toscana, Lazio e Umbria, neve a 1200m. Al sud: maltempo in Campania. Asciutto altrove.

Venerdì 3. Al nord: via via più soleggiato. Al centro: instabile su Adriatiche e basso Lazio con neve a 7-900m. Al sud: molto instabile con piogge, temporali e neve dai 1200m, ma con quote in calo.

 

 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Lega-Pd, prove di dialogo: si tratta sul governo
Il toto nomi: da Draghi al Mattarella bis, punti di forza e di debolezza dei personaggi in lizza
Super Green pass durerà di più, Governo al lavoro Oms rassicura Ue: con Omicron fine pandemia
Roma-Pescara, Febo (Pd): «I paesi vanno salvati. Deviate il treno veloce»
Bollette, dagli utili extra un tesoretto di 5 miliardi