Roma segreta, quella chiesetta e la sua scimmia

Tra il Collegio Romano e le vie del Seminario e del Gesù, c'era l'Iseo Campense: un vasto santuario di Iside, di 220 per 70 metri, da dove proviene, ad esempio, una delle sei statue parlanti in città, su cui venivano appesi i motti ironici del popolo, la cosiddetta di Madama Lucrezia, ora all'angolo tra piazza Venezia e la basilica di San Marco, che in realtà raffigura Iside Sothis, nome nato dalla fusione di due dee, l'altra è Sirio. Nella zona del tempio resta ancora il grande piede di marmo di...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Migranti, strappo Italia su bozza Ue Governo irritato: «Prima gli sbarchi» Conte valuta se andare a Bruxelles
Trump firma ordine esecutivo per riunire famiglie migranti
Lanzalone ai pm: «Così correggevo il progetto stadio» L'anteprima sul Messaggero Digital
Equitalia, Salvini: «Chiudere subito cartelle inferiori ai 100mila euro»
Giovane lesbica rifiutata al colloquio «A noi servono donne, non maschi mancati» L'incredibile chat