Nanni Bignami, il manager della scienza: il ricordo di Piero Angela al Senato

«L'ho conosciuto come scienziato, bravissimo. Poi lo'ho avuto come collaboratore nei miei vari programmi dedicati alla scienza. Era uno che sapeva parlare molto bene. Ma è stato anche un mio amico: un uomo con una grande cultura e una grande presenza sullo schermo. Io chiedevo sempre alla regista quando si affacciavano alle trasmissioni nuovi personaggi cose del tipo: "cosa facevano i tecnici quando parlava? Lo seguivano? Alla risposta affermativa capivo che funzionava. E lui era uno che sapeva bucare lo schermo. Non sappiamo cosa significhi ciò: tutti abbiamo la stessa faccia, parliamo la stessa lingua... ma alcuni hanno qualcosa in più. E Bignami questo qualcosa in più ce l'aveva».

Piero Angela ha ricordato così Giovanni (Nanni per gli amici), Bignami. L'astrofisico scomparso l'anno scorso a Madrid.

Bignami aveva rivestito ruoli chiave in diverse e importanti consessi scientifici: è stato prima presidente dell'Asi, l'Agenzia Spaziale Italiana, poi, per quattro anni, dal 2010 al 2014, il primo italiano a presiedere il Cospar (Comitato per la Ricerca Spaziale). Quasi contemporaneamente ha ricoperto anche il ruolo dui numero uno dell'Inaf, l'Istituto Nazionale di Astrofisica. La sua stella si è spenta mentre coordinava il Consiglio di amministrazione del progetto Ska, Square kilometre array, l'iniziativa internazionale di ricerca nello spazio profondo attraverso un radiotelescopio gigante (composto da varie antenne distribuite in un chilometro quadrato) in realizzazione in Australia e in Sud Africa.

Un momento dell'incontro presso la biblioteca del Senato, credit Inaf tv

IL CONVEGNO
L’universo in un tweet, questo il titolo dell'incontro per ricordare Bignami che si è svolto presso la sala degli Atti Parlamentari del Senato della Repubblica. Nella sala gremita di pubblico a illustrare la figura dell'astrofisico sono stati Roberto Battiston, presidente dell’Asi; Patrizia Caraveo, compagna di Bignami e anche lei astrofisica dell'Inaf di Milano; Piero Angela e Francesco Verducci, senatore e responsabile dell’Università e della Ricerca dei democrat.

LE PAROLE DELL'EX PRESIDENTE DELL'UAI
«L'incontro è stato molto bello e molto partecipato. C'erano diversi amici tra il pubblico,  ma anche diversi astrofili -è stato il commento di Emilio Sassone Corsi, fisico ed ex presidente dell'Unione italiana astrofili-. Riccardo Luna ha fatto da coordinatore degli interventi, Patrizia Caraveo ha introdotto la figura del marito in maniera direi commovente. Piero Angela ha avuto dei ricordi davvero esaltanti e, durante il suo intervento si è un po' commosso... L'intervento migliore secondo me è stato quello di Roberto Battiston il quale ha parlato del Nanni divulgatore ma anche del Nanni scienziato, davvero notevole.  Un bell'incontro. Ci voleva. Nanni lo merita!»

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Manovra, Conte a Juncker: «Deficit al 2,04%, reddito-quota 100 invariati»
Antonio Megalizzi lotta tra vita e morte Il reporter trentino «è in coma e inoperabile»
Strasburgo, Cherif mirava alla testa «Gridava Allah Akbar, poi la fuga»
May resiste, bocciata mozione di sfiducia: «Non guiderò il partito alle elezioni 2022»
Russiagate: Cohen, ex avvocato di Trump, condannato a 3 anni di carcere