Grandi manovre dem: il patto dei “saggi” per Calenda leader

Nel Pd in pieno caos post sberla elettorale, tornano a farsi sentire i renziani. E per dire a tutti che loro ci sono ancora, e che i destini prossimi del Pd passano anche da loro. Si spiega così la rasoiata di Luca Lotti ad Andrea Orlando («si agita troppo, ma è stato eletto grazie al paracadute»), per non parlare delle fibrillazioni su un ipotetico sostegno dem al tentativo di Di Maio, stoppato sul nascere anche con il contributo attivo di Carlo Calenda, neo iscritto al Pd e pronto a dire la sua sulle questioni del...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Rom, Salvini insiste sul censimento «Non mollo e vado dritto» Video Ira Ue, Moscovici: «Agghiacciante»
Parnasi intercettato: stadio, tempi lunghi ho messo 26 milioni e ora rischiamo l'addio di Pallotta
Il pianto disperato dei bambini migranti separati dai genitori negli Usa
Morto Jimmy Wopo, ucciso un altro rapper
Cucchi, il carabiniere testimone: «Io minacciato e trasferito il governo mi aiuti»