Roma, si getta dal viadotto di Corso Italia: giovane travolto dalle auto, è grave

Versa in gravissime condizioni, un romano di 33 anni che nel tardo pomeriggio ha tentato il suicidio gettandosi da un parapetto di Corso Italia, vicino il Muro Torto. L’uomo si è lanciato nel vuoto ed è finito sul manto stradale: è stato subito investito da più auto i cui guidatori non sono riusciti a frenare in tempo.

Il dramma è accaduto verso le 19. Il traffico era già lento ma con il tentativo di suicidio si è letteralmente paralizzato per alcune ore. Appena il corpo dell’uomo ha toccato la carreggiata è accaduto il finimondo. Auto che hanno investito il trentatreenne ed altre autovetture che hanno tamponato. C’è stato anche tanto panico fra gli automobilisti che hanno visto la scena. I soccorritori per arrivare hanno dovuto procedere a piedi.

Le fasi del soccorso, quindi, sono state lunghe, concitate e drammatiche. Il ferito è stato trasportato all’Umberto I dove è giunto in condizioni critiche. E’ ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva in prognosi riservata: non è in grado di parlare, quindi, al momento gli agenti  non conoscono il motivo del tentato suicidio.  

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Migranti, strappo Italia su bozza Ue Governo irritato: «Prima gli sbarchi» Conte valuta se andare a Bruxelles
Trump firma ordine esecutivo per riunire famiglie migranti
Lanzalone ai pm: «Così correggevo il progetto stadio» L'anteprima sul Messaggero Digital
Equitalia, Salvini: «Chiudere subito cartelle inferiori ai 100mila euro»
Giovane lesbica rifiutata al colloquio «A noi servono donne, non maschi mancati» L'incredibile chat