Roma, si getta dal viadotto di Corso Italia: giovane travolto dalle auto, è grave

Versa in gravissime condizioni, un romano di 33 anni che nel tardo pomeriggio ha tentato il suicidio gettandosi da un parapetto di Corso Italia, vicino il Muro Torto. L’uomo si è lanciato nel vuoto ed è finito sul manto stradale: è stato subito investito da più auto i cui guidatori non sono riusciti a frenare in tempo.

Il dramma è accaduto verso le 19. Il traffico era già lento ma con il tentativo di suicidio si è letteralmente paralizzato per alcune ore. Appena il corpo dell’uomo ha toccato la carreggiata è accaduto il finimondo. Auto che hanno investito il trentatreenne ed altre autovetture che hanno tamponato. C’è stato anche tanto panico fra gli automobilisti che hanno visto la scena. I soccorritori per arrivare hanno dovuto procedere a piedi.

Le fasi del soccorso, quindi, sono state lunghe, concitate e drammatiche. Il ferito è stato trasportato all’Umberto I dove è giunto in condizioni critiche. E’ ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva in prognosi riservata: non è in grado di parlare, quindi, al momento gli agenti  non conoscono il motivo del tentato suicidio.  

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Di Maio: «Reddito di cittadinanza agli italiani»
Il Messaggero compie 140 anni festa a Cinecittà con Mattarella Cusenza: «È la casa dei romani»
Stadio Roma, interrogato Parnasi. Il tesoriere del Pd indagato per fondi illeciti
Incidente choc tra auto e moto alla periferia di Milano, morti due giovani
Denise Pipitone, svolta nelle indagini: «Impronta potrebbe riaprire il caso»