Francia, fischi e sguardi insistenti: in arrivo le multe contro le molestie da strada

Multe ai molestatori in strada. La Francia pensa a una contravvenzione per le molestie di carattere «sessuale o sessista» in strada. Cinque mesi dopo essere stati incaricati dal governo di lavorare ad una possibile multa per «molestie di strada», cinque parlamentari hanno presentato un rapporto sul tema. Il testo propone, in particolare una multa di 90 euro per «ogni dichiarazione o comportamento o pressione di carattere sessista o sessuale» nello spazio pubblico, che violi la dignità della persone a causa del suo carattere «degradante o umiliante», o che crei un «contesto intimidatorio, ostile o offensivo».

L'obiettivo è contrastare quelle «zone grigie» che includono, tra l'altro, «gesti inopportuni, fischi, sguardi insistenti o commenti osceni», come seguire una persona in strada. La multa anti-molestie in strada potrebbe essere inclusa nel progetto di legge contro le violenze sessiste e sessuali che la ministra alla Parità, Marlene Schiappa, presenterà entro fine marzo in consiglio dei ministri. Il testo prevede anche l'allungamento della prescrizione per crimini sessuali su minori da 20 a 30 anni e la definizione di una soglia minima di età per il consenso in una relazione sessuale con un adulto.

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Antonio Megalizzi, 48 ore per decidere se staccare la spina La mamma: spero in un miracolo
Lazio-Eintracht, Capitale blindata Tensione ultrà al Pincio
Bce, Draghi: «Ripresa stenta, tassi fermi». Da gennaio stop al Qe
Raffaele Marra condannato a tre anni e sei mesi «Deve 100mila euro al Campidoglio»
Stilista impiccata, per gli esperti il suicidio è una messa in scena: «Strangolata, poi appesa a un albero»