Embrioni pecora-uomo, speranza per i trapianti

Quante cose saremmo sul punto di conoscere se il timore o la negligenza non frenassero le nostre ricerche»: era all’incirca il 1816 quando la diciannovenne Mary Shelley scriveva il suo “Frankenstein”, eletto ad emblema della paura per lo sviluppo tecnologico per i secoli a venire. Abbiamo commentato di recente, su queste pagine, numerose nuove scoperte scientifiche accolte con entusiasmo o paura a seconda del punto di vista. Zhong Zhong e Hua Hua, le prime scimmie clonate con la “tecnica Dolly”, giocano...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Nave Ong in attesa di un attracco Salvini: «Malta apra porti a Lifeline» La Valletta: «No. Non ci compete»
Vaccini, Salvini contro l'obbligo «Inutili 10, scuole aperte ai bimbi» No di Giulia Grillo
Dall’epatite al morbillo, la prevenzione è decisiva Anteprima sul Messaggero Digital
Morti lo chef Narducci e un'amica
Uccise la moglie a bastonate, ergastolo al dermatologo Cagnoni