Elezioni, Salvini: centrodestra salirà unito al Colle, no accordi partitici

«Sono contento della compattezza del centrodestra, andremo insieme al Quirinale. Siamo la prima coalizione e siamo la speranza per gli italiani». Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, rispondendo ai giornalisti a Milano. 

Il leader del Carroccio esclude quindi ipotesi di accordi con i 5Stelle: «C'è un parlamento, c'è un candidato premier, il sottoscritto, e c'è un programma che porterà l'Italia fuori dalle sabbie mobili. Chi vuole sostenere questo programma lo accettiamo. Ma non faremo accordi partitici». «Se verremo chiamati, siamo pronti», ha aggiunto.

«Ho fatto una campagna elettorale in lungo e in largo per Salvini premier, ci hanno dato 12 milioni di voti come coalizione, 5 milioni alla Lega e poi mi dicono cosa fai, ti scansi? No», ha sottolineato Salvini, rispondendo a chi gli chiedeva se sia ipotizzabile un suo passo indietro nel caso il centrodestra convergesse su un altro nome per l'incarico di governo.

LEGGI ANCHE: Alleanze impossibili/ Il governo di protesta
LEGGI ANCHE: Elezioni 2018, la Lega diventa romana: il boom in cinque collegi
​LEGGI ANCHE: Elezioni 2018, flat tax e reddito di cittadinanza: il gap incolmabile fra Lega e M5S

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Strage di Strasburgo, ucciso il killer L'Isis rivendica: era uno di noi
Lazio-Eintracht, i tifosi tedeschi paralizzano la città.
Deficit, a Bruxelles si tratta a oltranza
«Arrestare Cesare Battisti: può scappare»: ordine dell'Alta Corte del Brasile
Ponte Morandi, Autostrade fa ricorso contro il dl Genova: ma i lavori proseguiranno