Elezioni Regionali/Non è scattato il quinto seggio per la Ciociaria

Il quinto consigliere regionale, per la Ciociaria, non è scattato. 
Dunque alla Pisana, in rappresentanza della provincia di Frosinone, andranno in quattro: Mauro Buschini e Sara Battisti per il Pd; Pasquale Ciacciarelli (FI) e Loreto Marcelli (M5S), la vera novità di questa tornata elettorale.
Il quinto seggio non è scattato per una manciata di voti ed ha tenuto in bilico sia il sindaco di Arpino , Renato Rea (Lista Civica di Zingaretti) che il sindaco di Torrice , Alessia Savo (Lega). In bilico perchè, per via di complessi calcoli matematici legati al sistema elettorale, il loro nome poteva scattare grazie ai «resti». Ma così non è stato. Il seggio in bilico è andato alla Lega, ma a Roma. 
Per la verità, ieri , da Roma, era giunta la notizia che Renato Rea potesse farcela. Ma lui (malgrado le indiscrezioni che arrivavano da Roma) è stato sempre molto, ma molto prudente. Proprio perchè il meccanismo dei «resti»  non solo è complesso, ma si espone a diverse interpretazioni. E Rea aveva ragione ad essere prudente. In serata, infatti, è arrivata la doccia fredda da Roma.

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Vaccini, scontro nel governo. Salvini scavalca M5S: «Inutili e dannosi» Di Maio: «Sono opinioni personali»
Lo chef Narducci e l'amica uccisi dall'automobilista al cellulare L'uomo gridava: non ho visto niente
Il Campidoglio scotta: Raggi senza manager va a caccia di esterni
Roma, le radici uccidono ancora: 36enne muore sbalzato dalla moto
Latina, auto esce di strada e finisce nel canale: morta ragazza, grave l'amica