La battaglia sul decoro non resti solo sulla carta

Si muove, per ora solo in bozza, la lotta al degrado. Di fronte ad uno sfascio crescente che rende imbarazzante e compromessa la vivibilità la Giunta aggiorna il codice dei vigili urbani con divieti e multe salatissime. Niente panni stesi fuori dalle finestre, niente lattine e panini sui bus, stop ambulanti suonatori. I fracassoni della radio a tutto volume in macchina dovranno rassegnarsi ad abbassarla, il citofono sarà obbligatorio. Gli innamorati dovranno giurarsi eterno amore via mail perché appendere un lucchetto...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Salvini annuncia il censimento rom Di Maio frena: «È incostituzionale» Gli ebrei: «Ricorda le leggi razziali»
Conte a Berlino: «Soluzioni europee per i migranti o finisce Schengen» Merkel: collaboreremo con l'Italia
Sparatoria in centro a Malmoe: 4 feriti I tifosi festeggiavano la vittoria svedese al Mondiale
Bonafede: «Lanzalone scelto da Raggi». Il sindaco sentito ancora dai pm come testimone
Residenze false per avere i fondi dei terremotati: 120 romani nei guai