26 febbraio 364 I generali dell'esercito romano acclamano imperatore Valentiniano I

I generali dell'esercito romano acclamano imperatore Valentiniano I.
Sembra che il governo di Valentiniano sia stato equo e tollerante. Certamente aveva più attenzione ai suoi soldati, che alla decadente classe senatoria. Innalzò le loro paghe anche pagandoli in natura - una caratteristica del tardo impero - come per esempio con bestiame. Per sopperire alle spese militari però dovette aumentare vertiginosamente le tasse, che erano soprattutto a carico dei proprietari terrieri. Difese sistematicamente i deboli, impedendo l'esposizione dei neonati, istituendo dei «difensori del popolo», fondò scuole e garantì la copertura sanitaria ai sudditi abitanti in Roma. Inoltre favorì l'insegnamento della retorica e della grammatica in ogni provincia dell'Impero.

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Olimpiadi 2026, stop di Giorgetti: candidatura italiana muore qui
Rebibbia, detenuta lancia i due figlioletti dalle scale: neonato muore, grave bimbo di 2 anni
Tangenti, arrestato De Santis, il sindaco di Ponzano Romano Indagati Verdini, Ciocchetti e Coratti
Manovra, il ministro Tria: «Ridurre carico fiscale per la classe media»
Fondi Lega, raggiunto l'accordo: il partito verserà 600.000 euro l'anno