Politiche 2018, gli scenari sugli eletti in Abruzzo: dentro D'Alfonso, Pagano e tanti Cinque stelle

L'AQUILA - L’AQUILA Ecco lo scenario, suscettibile ovviamente di modifiche vista l’incertezza del riparto, dei parlamentari eletti in Abruzzo.

Partendo dalla Camera, dai collegi uninominali sono arrivati i seguenti verdetti: Antonio Martino (centrodestra, L’Aquila), Antonio Zennaro (Cinque Stelle, Teramo), Andrea Colletti (Cinque stelle, Pescara), Daniele Del Grosso (Cinque Stelle, Chieti), Carmela Grippa (Cinque stelle, Vasto). Fuori i vari Di Giuseppantonio, Miscia, De Matteo, Castricone, Testa, Allegrino, Fedele, Panei, Rasicci e Mariani.

Dai collegi proporzionali arriveranno altri 9 nomi. Quattro sul collegio L’Aquila-Teramo: potrebbero essere Bellachioma o Bordonali (Lega), Pelino (Forza Italia), Corneli e Berardini (Cinque Stelle). Resterebbe fuori, in questo scenario, Stefania Pezzopane del Pd, ma l’ultimo seggio è da considerare in bilico.

Nel collegio Chieti-Pescara saranno eletti altri 5 deputati: Vacca e Torto (Cinque stelle), Rotondi (Forza Italia), Comaroli (Lega, ma scatterà Bellachioma), D’Alessandro (Pd).

Per quanto riguarda il Senato, i due nomi dall’uninominale sono Quagliariello (Centrodestra) e Primo Di Nicola (Cinque stelle). I cinque nomi del proporzionale dovrebbero essere: Castaldi e Di Girolamo (Cinque Stelle), Pagano (Forza Italia), Bagnai (Lega) e Luciano D’Alfonso (Pd).

 

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Rebibbia, detenuta lancia i due figlioletti dalle scale: neonato muore, grave bimbo di 2 anni
Olimpiadi 2026, stop di Giorgetti: «Candidatura dell'Italia muore qui»
Tangenti, arrestato De Santis, il sindaco di Ponzano Romano Indagati Verdini, Ciocchetti e Coratti
Manovra, il ministro Tria: «Ridurre carico fiscale per la classe media»
Fondi Lega, raggiunto l'accordo: il partito verserà 600.000 euro l'anno