Elezioni: nel Viterbese la battaglia tra i candidati è anche nelle piazze virtuali

di Carlo Maria Ponzi
Elezioni del 4 marzo ovvero Facebook, quanto è bello (e utile). Per la quasi  totalità dei candidati alla Regione o ai due rami del Parlamento che hanno scelto, accanto alla piazze materiali, anche quelle virtuali, in quanto "i social possono essere uno strumento importante per coinvolgere un pubblico più ampio" (copyright Enrico Panunzi, Pd, che tenta un secondo mandato al consiglio regionale).
 
La navigazione in rete alla ricerca dei profili Fb è assai istruttiva. Ne vien fuori, in prima battuta, il rilevante narcisismo di tutti i protagonisti della contesa, sostanziato nell'impegno spasmodico di postare quante più foto e video sia possibile, in situazioni diverse, pubbliche o private, da soli o accanto a questo o a quello vip di caratura nazionale.
 
Anche le immagini di copertina raccontano molto dei titolari.  Andrea Egidi (Pd, candidato alla Regione), ha scelto una foto scattata durante l’annuncio della sua discesa in campo. Lisetta Ciambella (Pd, candidata alla Regione), un momento di relax a Milano Expo 2015. Mauro Rotelli (FdI, Camera) è ritratto insieme a Giorgia Meloni, di cui è stato strettissimo collaboratore al ministero della Gioventù (2008-2011). Giuseppe Fioroni (Pd, Camera), seduto, col microfono in mano, è dominato da un cartellone di invito a votarlo. I due competitor del collegio senatoriale di Viterbo - Francesco Battistoni, Forza Italia; Alessandro Mazzoli, Pd - hanno scelto curiosamente lo stesso paesaggio: il lago di Bolsena.

Mazzoli su questo campo è molto attivo, dalle dirette Fb degli eventi a cui partecipa, alle risposte ai post che arrivano sulla sua pagina. Un po' come accade con Filippo Rossi (Più Europa, Regione), che da anni imperversa sui social. Rossi presenta il taglio del nastro, insieme ad Andrea Baffo e Annalisa Canfora, del nuovo teatro-libreria-bistrot Caffeina di via Cavour. Daniele Sabatini (Forza Italia, Regione), preferisce profondità marine, punteggiate da un banco di pesci e dal corpo sinuoso di due squali.  
 
I contenuti. La quasi totalità dei candidati gode di messaggi augurali di amici e fan. "Hai fatto scelte coraggiose, verrai premiato come tutte le persone oneste, buona avventura", dice Antonio rivolto a Egidi; "Sei una persona veramente fantastica, e soprattutto una grande amica", sottolinea Marco sulla pagina di Ciambella. Fioroni quotidianamente posta distici su vari temi: "Riappacificare il Paese"; "Ricucire il Paese"; "L’insegnamento dei maestri (Moro e Berlinguer)"; "Bisogna fermare l’odio e la violenza"; "Più sicurezza per i pendolari della Roma Nord" ecc.
Filippo Rossi confessa che ha "una fissazione: cambiare Viterbo e la Tuscia" e fa scorrere slide per reclamare "più passione, più turismo, più lavoro". Daniele Sabatini mette in primo piano il video delle fasi di realizzazione tipografica dei "santini" elettorali. Tra un messaggio di propaganda e l'altro, non mancano pause di riflessione. Come Rotelli che non tace che "durante la campagna elettorale, giri il territorio in lungo ed in largo, strappi un attimo per scattare ed avere un ricordo. Ti accorgi che la “Bellezza” è il faro della Tuscia".
Martedì 13 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:43

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-02-14 12:04:02
di certo nella tuscia abbiamo un presente fatto di strade tutte buche, furti in casa a non finire, immigrati seminati ovunque con desertificazione dei centri storici delle attivitĂ  commerciali grazie alla politica sinistroide
QUICKMAP