Civita Castellana, il Comune investe 700 mila euro per asfaltare le strade

di Ugo Baldi
Sono iniziati i lavori di asfaltatura e sistemazione di alcune strade del centro urbano di Civita Castellana.
Si è iniziato con un primo lotto di lavori inerenti il “Progetto dei lavori di manutenzione e di riqualificazione e di messa in sicurezza strade comunali in località San Giovanni”, finanziato con fondi di cui alla Legge regionale 7/2015, per un importo di € 58.720.

Con quei fondi si sta procedendo al rifacimento della pavimentazione stradale nelle seguenti vie: Via Amendola (incrocio con Via Corchiano), parcheggio Via S. Allende, incrocio Via Aldo Moro-via Berlinguer, Via F.lli Rosselli, Via Fiume Treia (parte), marciapiedi Via Mazzini. A seguire è prevista l’attuazione del progetto di “Sistemazione e messa in sicurezza di marciapiedi e strade comunali varie” finanziato con fondi Cassa depositi e Prestiti per un importo di € 300.000,00 e nel quale è previsto il collegamento pedonale tra Civita e la frazione di Sassacci, il collegamento interno alla frazione di Borghetto, la sistemazione del marciapiede in via Falisca, la sistemazione del marciapiede in via Ugo Bassi.
Inoltre con l’approvazione del Piano Triennale delle opere pubbliche è stata prevista per l’annualità 2018 l’attuazione del progetto per i “Lavori di sistemazione e messa in sicurezza strade comunali urbane e periferiche”. Con questo intervento si prevede il rifacimento delle pavimentazioni delle seguenti vie: Via E. Minio, Via F. Petrarca, Via Nepesina (carreggiata adiacente ex Ceramica Vincenti), Rotatoria Via Falisca, Via Pistola, Via Don Bodini, Via Giovanni XXIII, Via Marinetti (tratto finale), Via Casalaccio e Via A. de Gasperi
Questa opera sarà finanziata con fondi derivanti dalle economie di un mutuo per un importo di € 325.019,22. Essendo tipologie diverse di finanziamento risulta evidente come il cronoprogramma dei lavori non rispetti necessariamente la situazione dello stato di usura delle varie strade comunali inserite nei tre progetti.
Lunedì 4 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 21:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-12-05 08:44:40
Era ora!! Dovrebbero fare cosi tutti i comuni della Tuscia in particolare quelli più disastrati come per esempio Vetralla e dintorni che non se ne può più le giente sfasciano le machine e rischiano la vita e ma loro non gliene frega gnente
QUICKMAP