Calcata, il Castello baronale apre le porte ai matrimoni civili

Castello baronale di Calcata
di Ugo Baldi
Matrimonio civile nel castello medievale di Calcata in provincia di Viterbo. Il Palazzo Baronale degli Anguillara, gestito dall'Ente Parco Treia,  è un piccolo castello con tanto di torre e mura merlate ed è qui che si possono celebrare i matrimoni civili. 

Il borgo di Calcata risale al ‘300. Il Palazzo Baronale è posto accanto alla chiesa, e con essa rappresenta il fulcro del piccolo paese. Per entrare nel centro storico si passa attraverso una doppia porta scavata nel tufo, che conduce alla piazza principale. Da lì si irradiano i vicoli che portano agli strapiombi della rupe e agli affacci sulla valle. Nel sottosuolo il tufo è svuotato da passaggi, cantine e, a volte, tombe. Le antichissime origini rimandano al popolo falisco, contemporaneo degli etruschi, che nel territorio del Parco fu all’apice della sua civiltà tra il VII e il VI secolo a.C.

Calcata è un luogo affascinante, silenzioso e interessante, dove si può godere di panorami, atmosfere e ospitalità di altri tempi. Il costo per l’uso della sala per celebrare il matrimonio è di 200 euro.
Mercoledì 14 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:33

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-02-14 22:04:47
Ci sono stato domenica scorsa, facendo un'escursione di tutte le gole del Treia da Montegelato a Calcata. Davvero un bellissimo borgo !
QUICKMAP