Perugia, padre uccide i figli a coltellate e poi si suicida

La villetta in cui è avvenuta la tragedia. All'esterno gli inquirenti.
CASTIGLIONE DEL LAGO - Una tragedia familiare nella tarda mattinata di sabato. Un uomo di 58 anni, (Maurilio Palmerini) papà di due figli, li avrebbe uccisi entrambi usando un coltello per poi gettarsi in un pozzo poco prima dell'arrivo dei carabinieri. Sul posto i militiari della stazione di Castiglione del Lago coordinati dai colleghi della compagnia di Città della Pieve. Il duplice omicidio e poi il suicidio sono avvenuti in località Vaiano (una frazione in campagna di appena 200 anime, al confine tra Umbria e Toscana). I due bambini - un maschio, Huber - e una femmina, Giulia, avevano rispettivamente tredici e otto anni. Si tratta di una famiglia descritta in paese come benestante in passato, attualmente invece in difficoltà. Tanto da avere la casa di famiglia pignorata.

​Secondo una prima ricostruzione, l'uomo avrebbe tentato di uccidere anche la moglie (Caterina, 47 anni di origini polacche) ferendola al volto. La donna peró é riuscita a fuggire, rifugiandosi a casa di una vicina e poi da lì è riuscita a dare l'allarme ai carabinieri intorno alle 11,30. La donna urlando avrebbe chiesto soccorsi per i due figli, ma quando i sanitari del 118 sono arrivati ormai non c'era più nulla da fare. Allertata anche un'eliambulanza decollata da Viterbo, ma quando è arrivata la comunicazione che i due bimbi erano morti il pilota non ha potuto fare altro che tornare indietro.

Alcune ore dopo, i sommozzatori dei vigili del fuoco hanno recuperato la salma dell'uomo.

 
Sabato 30 Gennaio 2016 - Ultimo aggiornamento: 31-01-2016 15:23

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2016-01-31 08:51:16
Una altra tragedia nella "famiglia tradizionale". Insieme alle 10 donne uccisi l'anno scorso dai mariti. Meglio la famiglia gay, meno violente.
2016-01-31 15:05:30
cioè i gay sono diversi?
2
  • 1 mila
QUICKMAP