Perugia, maxi furto al rugby:
gli atleti restano senza palestra

La sede del rugby Perugia
PERUGIA - Arrivare in sede e trovarla praticamente ripulita: è successo nella mattinata di giovedì ai dirigenti del Rugby Perugia, serie A maschile. Dalle bottiglie, macchina del caffè e del ghiaccio fino alla palestra svaligiata: un danno notevole per il club e non solo dal punto di vista economico ma anche sportivo, dal momento che domenica la squadra domenica è attesa da un match importante proprio a Pian di Massiano contro il Gran Sasso per l'ultima giornata della regular season.

«Non è la prima volta che subiamo un furto  - spiega il direttore generale Marco Tesorini - ma le altre volte si era trattato quasi più di atti vandalici che altro: al massimo il furto di qualche bottiglia di birra o Coca Cola. Stavolta il danno è notevole». Sul posto sono arrivati i carabinieri per tutte le indagini del caso.

Un furto che ha fatto arrabbiare il club anche perché da tempo viene denunciata una situazione di scarsissimo presidio sul fronte sicurezza e prevenzione furti e che coinvolge un po' per tutta l'area di Pian di Massiano. Per questo motivo i vertici della società stanno pensando all'installazione di telecamere di sicurezza.
Giovedì 11 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 13:53

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-01-14 21:14:41
il bottino sta in Romania o in Albania o amgari forse in centro accoglienza per afiricani ma non c'e dubbio che se non vi svegliate li a Perugia a breve vi ruberanno pure gli occhiali dal naso
QUICKMAP