Il web arriva nel canile di Schifanoia

Fabio Angeletti, titolare del canile e la sindaca di Ferentillo
di di Marcello Guerrieri
I cani saranno “schedati”, facilmente visibili, senza che vi sia la necessità, se non per le persone autorizzate di voler entrare per forza nella struttura di schifanoia. E la rivoluzione passa sulle ali di internet e, stranamente, su quelle della politica che ha proposto un censimento online di tutti gli animali che entrano, quelli che escono in adozione e quelli che purtroppo muoiono. “Stiamo attrezzandoci – viene detto dalla struttura narnese di Schifanoia – abbiamo potenziato il sito e stiamo valutando la situazione informatica dell’intero sito”. Anche in Consiglio si parlerà perché Sergio Bruschini, il leader dell’opposizione ha intenzione di approvare un ordine del giorno proprio in tal senso: “tanto per il canile comunale non c’è speranza e quindi miglioriamo subito le informazioni di quello esistente. Un’idea nemmeno tanto originale, ma di certo funzionale: realizzare per ogni cane custodito nella struttura, oggi privata, domani comunale una scheda completa, ove sono riassunte tutte le caratteristiche del cane a partire dalla foto dello stesso, fino al codice della “chippatura” eseguita dalla Asl”. Di più: per Bruschini è anche possibile inserire un paio di telecamere web con le quali, anche da casa, sarà possibile visionare lo stato di salute dei cani. Perché quello dell’ingresso è davvero il maggior problema del canile che ospita animali di Narni, in maggioranza, ma anche di Amelia, Terni e molti altri della provincia”.
Con questo sistema si potrà ovviare alle tante discussioni che si svolgono sul portone d’ingresso con molte persone “animaliste” che vorrebbero sciamare all’interno della struttura: il veterinario responsabile della Asl, che lavora proprio a Schifanoia, ha sempre impedito che fossero eseguite una sorta di passeggiata lungo i box: “Non sono mica i giardini pubblici anzi, è un luogo di sofferenza dove si deve entrare su si vuole fortemente adottare un cane. Una passeggiata significherebbe far agitare tutti e trecento cani, con conseguenze poco piacevoli per la loro salute”.  Sergio Bruschini ha anche trovato il nome del portale internettiano che potrebbe anche essere ““Adotta il tuo più’ fedele amico”.
 
Venerd├Č 9 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 17:10

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP