zio Umberto

Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Si, intanto sti scarponi boscaioli ci hanno mandato a casa!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma che strano...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E c'è qualcuno che vuole liberalizzarla per uso terapeutico. Mi viene qualche conato...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mi sa che tra poco Totò dovrà fare i conti con qualcuno mooolto più potente di lui. E quel tribunale non farà sconti di pena.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma una volta non insegnavano che la vita è sacra e solo Nostro Signore se la può riprendere? Adesso papa Francesco, tanto per confondere ancora di più le cose, afferma il contrario. Il contrario di ciò che i precedenti papi hanno detto, anzi, hanno tuonato in materia. Qualcuno dirà che l'accanimento terapeutico è comunque cosa sbagliata. In parte sonio d'accordo, ma...i nobili padri, ribadisco, hanno sempre affermato che padrone della vita dell'uomo è Dio. Allora come la mettiamo? Mah, questo papa mi convince sempre meno, anzi, non mi convince più. Francesco, ma il vangelo e la parola di Dio te li stai accomodando a piacer tuo?...Bottarella di quà, bottarella di là, bottarella sopra, bottarella sotto...piano piano stai costruendo una religione alternativa. A me non mi freghi santità. Ti ho capito da un pezzo, furbacchione.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Se questa è Roma. Se questa è l'Italia. Se questa è la giustizia che abbiamo! Commettono un reato e dopo una settimana sono già fuori, magari con tanto di intervista e partecipazione a qualche talk show, che pretendiamo? Sbattili invece dentro a vita e ai lavori forzati diciotto ore al giorno, senza neanche un minuto, dicasi uno, di libertà per buona condotta e vedrai come cambiano! Noi purtroppo abbiamo un unico annoso e grave problema: la mancanza della certezza della pena. Se chi delinque avesse questa certezza, sapendo di dover scontare pene durissime e senza sconti, forse ci penserebbe un attimo prima di rubare, uccidere, stuprare, fare attentati e così via.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Gentiloni farebbe meglio a tacere. Ci farebbe più bella figura e comunque fra breve l'insensata politica di accoglienza della sinistra procurerà loro molte lacrime.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Se po esse più fregnoni de così?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mi ripeto fino alla noia, peggio di un disco rotto: riaprite i manicomi!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
repubblicano45. Lasciaci la libertà di criticare questo papa. Nessuno lo offende e tutto viene fatto in piena e sacrosanta libertà di opinione. A me. per esempio, papa Bergoglio non piace. Non mi è mai piaciuto e lo dico in tutta franchezza. Non credo per questo di offenderlo. O no?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Non credo proprio che il provvedimento papale avrà qualche effetto. Chi tra i potenti cardinali vorrà continuare a fumare troverà altre vie ugualmente efficaci per procurarsi l'amato tabacco. Ma poi dovrebbe valere un principio anche in casa di papa Bergoglio: se voglio farmi un sigaro o una sigaretta in santa pace e al chiuso dei miei sfarzosi appartamenti, perché tu, grande capo vuoi impedirmelo? Suvvia!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mamma mia che paura! Cicciobello ha proprio voglia di terminare presto la sua esistenza sul pianeta.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma perché non ricominciamo a sbattere i matti nei manicomi? Riapriamoli, riapriamoli, riapriamoli!!!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Inizio a pensare che questi due fanno a gara a scegliere chi deve fare la parte di Stanlio e chi quella di Ollio.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Posso dire una cosa? Mi viene da vomitare.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma perché non l'ha denunciato subito? Io questo vorrei sapere! Ah beh, mi si dice che la signora guadagnò un bel po' col film che interpretò in seguito col "poprco odioso", Allora...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Incredibile, dopo oltre settant'anni il fascismo, che in confronto al nazismo e specialmente al comunismo è stato una burletta, fa ancora paura. Naturalmente dare del fascista a chiunque la pensi diversamente da loro fa molto comodo ai compagni. Specialmente sotto elezioni, quando i nostri amici rimettono in gran spolvero tutta la loro stantia demagogia, gli inni, i pugni alzati, le immagini del Che, le bugie circa i risultati politici e tutto il resto della loro polverosa paccottiglia politica ad uso e consumo dei fregnoni (in continuo calo) che ancora gli danno retta. Rimane il fatto che chi ha paura dei fantasmi della storia passata e rifiuta di accettarla è destinato a sparire dalla scena. Ed è quello che sta succedendo al PD e ai suoi satelliti. Che lo si voglia o meno, il fascismo fa parte della nostra storia. Fortunatamente è morto e sepolto ma non è possibile cancellarne il ricordo. Fatevene una ragione trinariciuti e nel frattempo iniziate a preparare le valigie.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Beh ma non era difficile prevedere la sconfitta del PD. La sicilia è solo la prima avvisaglia del botto definitivo alle prossime elezioni. Del resto i compagnucci si sono scavati la fossa da soli con la dissennata politica dell'accoglienza a tutti i costi e con l'insistere a testa bassa circa il discorso dello ius soli. La destra sorniona se la ride e prepara la graticola per marzo del prossimo anno. Perché di fondoschiena rosolati ce ne saranno parecchi, primo fra tutti quello del signor Renzi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Va beh, ma questo è veramente un gioco al massacro. Ok, il tizio americano sarà anche colpevole ma resta il fatto che queste accuse a scoppio ritardato sono alquanto sospette, dai! A me sembra che certe signore leggermente, diciamo...sfiorite...forse abbiano trovato il modo di riapparire sulla scena. Fermo restando che la storia del cinema è costellata, fin dal suo inizio, di questi fatti dei quali fino ad ora nessuno nell'ambiente si è mai scandalizzato. Magari adesso qualcuno sta pensando di lanciare la nuova moda del tiro al produttore e/o al regista. Chissà.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ecco, ci pensi veramente la legge. Ci pensi seriamente e dia una risposta adeguata e senza sconti, come purtroppo spesso avviene. Ci pensi bene la legge, per impedire che questo padre attui le sue minacce e diventi un pericoloso precedente. Ci pensi molto bene la legge; perché di tutto abbiamo bisogno, meno che la nostra società diventi un Far West.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E noi dovremmo essere tolleranti e accoglienti verso questi individui e loro simili? Dovremmo accettare di integrarci con costoro? Ditemi voi. Facciamoci tutti un esame di coscienza facendo lavorare più la testa che il cuore. Perché questo dobbiamo fare. Altrimenti, noi persone civili inevitabilmente soccomberemo e condizioneremo pesantemente il futuro dei nostri discendenti. Che rischieranno seriamente di vivere in balia di questi farabutti. Pensiamoci bene; pensiamo con lucidità cosa significa "accogliere a braccia aperte" i cosiddetti nostri poveri fratelli migranti, i rom e tutta la feccia che ci sta invadendo. PENSIAMOCI BENE! Con buona pace dei belati provenienti dall'altra parte del Tevere e di tutti gli insopportabilii buonisti ad oltranza!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Oltre ad insegnare l'educazione civica si spera che ai nostri ragazzi venga anche insegnato l'orgoglio di essere Italiani. Autentici e non importati con lo ius soli. Di pelle bianca, non scuretti come qualcuno vorrebbe. Orgogliosi della nostra civiltà e cultura e non di quella di qualcuno che approda, indesiderato ospite, sulle nostre coste. Bisognerebbe anche insegnar loro il concetto di dovere, pulizia morale e di disciplina, tre elementi fondamentali per la sopravvivenza della civiltà italiana. ITALIANA! E BASTA!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E noi occidentali dovremmo accogliere questa gente e accettare di integrarci con loro? Mi sembra evidente l'abisso culturale e morale che ci divide. Chi crede il contrario si arrampica sugli specchi ed è in assoluta malafede.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
A Renziiii! Te ripeto pe l'ennesima vorta: "facce ride!".
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Contrordine compagni, i ragazzini possono uscire da scuola e bazzicare dove vogliono incontrando chi vogliono. Bravi trinariciuti, non sapete più dove sbattere il capo e tirate fuori il peggio di quel poco che vi passa per la mente. Il giorno che finalmente l'elettorato vi rottamerà brinderò a champagne per una settimana, giuro!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Il risparmio è l'elemento di forza dell'Italia...controbilanciato dagli sprechi, dai privilegi e talvolta dalle mani lunghe di chi dovrebbe fare l'interesse degli Italiani.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Come rivolti la frittata di certo c'è solo il fatto che prima il ragazzotto viene fermato, meglio è per tutti.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ipotesi abbastanza plausibile che Hitler possa essere fuggito in Sudamerica. Ci sarebbero testimonianze circa l'esistenza di una catena di gallerie sotto il bunker della Cancelleria del Reich, una delle quali collegata con un aeroporto ove era presente un aereo pronto al decollo. Questo aereo si sarebbe di fatto alzato in volo verso meta ignota con a borto il Fuhrer e altri gerarchi. Nella fuga sarebbe stato coinvolto anche un U-Boot che avrebbe quindi prelevato i fuggiaschi sbarcandoli poi in Sudamerica. Così si legge cercando sul web, ma non è dato sapere se i fatti siano realmente avvenuti o meno. Io comunque credo che Hitler, benché abbastanza fumato, non avrebbe scartato l'idea di darsela a gambe, contrariamente a ciò che si è sempre studiato sui libri di storia. Anche il fatto che i russi abbiano cercato forsennatamente i resti del dittatore per lungo tempo trovando, pare, solo un frammento di calotta cranica e Stalin abbia secretato tutto la dice lunga. Da studi recenti, se non sbaglio, il frammento di cranio è stato attribuito ad un individuo di sesso femminile; quindi siamo in presenza di un giallo in piena regola. Di cero c'è solo il fatto che se qualcuno sapeva la verità, se l'è portata nella tomba.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Io la penso così: il dittatore nord coreano mostra evidenti segni, diciamo...di instabilità caratteriale. Simile a un bambino capriccioso, egli urla e strepita di voler dar fuoco al mondo intero, anche se probabilmente avrà si e no un, dicasi un, missile a testata nucleare. Ed è proprio questa la situazione di massimo pericolo. Si perché, sempre il nostro capriccioso pargolo, un giorno o l'altro potrebbe svegliarsi con la luna particolarmente di traverso e, anziché giocare a palleggiarsi il missiletto da una mano all'altra, potrebbe avere la tentazione di lanciarlo da qualche parte. E allora quel solo missile potrebbe scatenare un putiferio difficilmente controllabile. Ecco perché sostengo che il nostro andrebbe sculacciato per bene, in modo rapido e improvviso per non permettergli neanche di dire "ah!". E massicciamente, per impedirgli di farsi venire qualche strana idea in testa. Otterremmo due scopi: eviteremmo al nostro pianeta e a noi stessi di finire arrostiti di controvoglia; potremmo continuare a vivere decentemente e non di nuovo dentro le caverne con la clava in mano. Spero fortemente che chi di dovere faccia fuoco preventivo contro Kim e lo faccia di gran fretta. Ogni nuovo giorno che gli stiamo concedendo, di fatto stiamo aumentando il pericolo di finire sulla graticola. Non so se mi spiego...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Altre due povere bestie carcerate in nome della stupidità dell'uomo. E stavolta ci viene messo di mezzo anche il papa. Mah!
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 104 commenti
con 84 commenti
con 69 commenti
con 69 commenti
con 67 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP