FedericoMarini

Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Abbiamo trovato modo di consegnare tutto il male del mondo a quegli anni,ma per far questo dobbiamo anche turarci le orecchie e bendarci gli occhi,altrimenti sentiremmo le grida di dolore dei palestinesi, che soffrono sotto il giogo ebraico e vedremmo il sangue degli uccisi e tra quesi troveremmo un corpo ,senza pi√Ļ gambe e accanto una carrozzina :√© il corpo di Ibrahim Abu Thurayyah,che perse le gambe a Gaza in un bombardamento israeliano ed oggi quello che gli rimaneva del corpo, combattendo contro l'invasore.E, a casa nostra ,trionfa non la Patria, che ci faceva tendere le bracca al mondo dicendo sarai romano ,ma la piccola patria, che costruisce muri e fa dell'atro un nemico. Ben tornato Maest√†, l'essere spoglia no ti evita gli insulti, ma ti protegge dal vedere chi t'insulta: non √® pi√Ļ il popolo di "viva il Re", ma nemmeno quello di" viva l'Italia" , "viva la Repubblica" , √© un'accozzaglia di popoli, padano, calabrese, siciliano, etc, etc, che fanno fatica a stare insieme e non conoscono cosa significhi amare la Patria e saper morire per essa,come quelli, che magari sbagliando, gridavano viva il Re ed affrontavano con una bottiglia di benzina un carro inglese.Bentornato Maest√†.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
l'Italia ha fatto la guerra contro le potenze occidentali, che controllavano l'economia mondiale, in alleanza con Germania e Giappone, paesi tenuti , forse pi√Ļ di noi ,ai margini , e non per follia di uno o pi√Ļ uomini, ma perch√© paesi in varia misura, paria ed esclusi dal tavolo del gioco economico mondiale, al quale ,non per caso sedeva accanto alle Grandi Potenze, Francia e GranBretagna, con , nello sfondo gli Stati Uniti, una potenza non statuale,l'ebraismo internazionale. In quella guerra ci furono degenerazioni,fece il suo ingresso la razza , la difesa contro divenne razzismo spietato, il male domin√≤, l'eroismo in battaglia, gli ideali di patria furono dimenticati.L'orrore dei campi nazisti fece scomparire nell'oblio lo schiavismo americano. La guerra fu perduta e il vinto ha sempre torto ed il vincitore ha sempre ragione, ma la Storia √© la Storia e come Shinzo Abe, il Primo ministro giapponese s'inchina, silenzioso, davanti al mausoleo dove sono sepolti i generali giapponesi impiccati dagli americani, come criminali di guerra, noi dovremmo inchinarci davanti allo spoglie di questo Re,colpevole,quindi morto in esilio.Questa √© la nostra Storia,bisogna andare oltre non vergognarsene.Bentornato Maest√†. E poich√© abbiamo cominciato ad usare il cervello , invece dell'insulto e poich√© nella Storia ogni evento appare ,in definitiva, giustificato dalla dinamica storica ,per inciso la pi√Ļ difficile componente della politica √© la capacit√† di leggere questa dinamica, in pratica dove va il futuro, gli sconfitti della seconda guerra mondiali si dividono in ufficiali(Giappone, Italia(con l'ambiguit√† della liberazione), Germania) e ufficiosi (Francia e Gran Bretagna, che hanno perduto gli imperi coloniali.) Gli Unici vincitori. Stati Uniti e URSS.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ben tornato Maestà,anche se il tuo posto e quello di S,M. la Regina Elena é al Pantheon..Non faccia caso all'accoglienza sotto tono, l'Italia, Lei lo sa é un pò così.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Io spero in una vittoria del centro destra con un notevole surplus di voti di Forza Italia sulla Lega e Fratelli d'Itala , unica condizione per un governo utile, Come piano B,metto al centro gli interessi del Paese ed una coalizione tra PD e Forza Italia mi trova favorevole. Nella infausta eventualità di un confronto tra PD e 5 stelle, mi auguro che Berlusconi eviti i disastroso 5 stelle e offra i suoi voti al Pd.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Questo splendido volto di giovane donna sulla quale si accaniscono, per abbatterlo e dividersene le spoglie, uomini e donne di partito, mi offre l'occasione per discutere del potere, ch'è, in definitiva, l'orizzonte della politica e voglio concentrarmi sui volti dei giocatori , che si accaniscono su questo volto ,sulle promesse di questi volti , sulle emozioni che suscitano, e in quali misura possano impadronirsi delle nostre anime ,in sintesi sul potere che sono in grado di esercitare su di noi E come sorta di atmosfera , di sfondo,i a questi volti di vittima e di carnefici, il suono delle loro parole, non il loro significato. Questo tutt'uno diventa il maestro d'orchestra della nostra anima e gli spartiti delle nostre emozioni ,orchestrate da carnefici e vittima, non mentono sul meritar la palma.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
In un pianeta terra, che l'uomo sembra voler occupare non da saggio colonizzatore ma da invasore, che Cola possa correre é un raggio di sole in un cielo plumbeo.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Apprezzo che il Presidente Gentiloni ,con la sua dichiarazione, onomatopeica che la Boschi sarà candidata del PD nella prossima tornata elettorale, smentisca quei cosiddetti benpensanti, che si ripromettevano di sacrificarla come novella Ifigenia sull'altare di una Vittoria elettorale resa da lei problematica...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
I nostri carabinieri lo cercano ancora in Emilia-Romagna e questo dovrebbe indurre i vertici dell'Arma a riflettere sull'addestramento ed anche sul fatto , non trascurabile per l'immagine ,che le catture dei latitanti si effettuano, non si promettono in televisione.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Comprare panettoni e pandoro Melegatti é dovere civico., é rendere il Natale meno ingiusto.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Silvio Berlusconi ha ,forse ,molte colpe, ma un merito, ama il suo paese pi√Ļ di se stesso e guarda lontano. Gentiloni, il felpato Gentiloni, con il suo essere e non essere, attualizzato in esserci e non esserci, il suo non fare promesse, la sua lontananza da studi notarili, che non hanno nulla a che vedere con la politica,rimane la riserva e forse, perch√© no il partner.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
La decisione di Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale d'Israele, resa ambigua dalla Segreteria di Stato che comunica la impossibilit√† di trasferire fisicamente l'ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme,nel corso del mandato presidenziale, ha aperto un vaso di Pandora ,ove politica interna ed estera,mito,presente, passato, futuro si mescolano in un tutto che somiglia pi√Ļ ad un pronunciamento della Sibilla che a un' evento politico. Lo stesso Donal Trump, dotato di immaterialit√†, con il coro evangelico ,che fa da colonna sonora, esce dalla Casa Bianca ed ebbro di storia ,la ripercorre a ritroso fino all'anno 630 prima di Cristo quando nelle vesti di Ciro il grande , Re di Persia ,conquista Babilonia, libera gli ebrei dal loro servaggio e ubbidendo agli ordini di Dio si avvia al Monte del Tempio, distrugge la Moschea Al-Aqsa, e al suo posto costruisce il terzo Tempio.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
I telegiornali italiani , i giornali italiani non mostrano quell'immagine del ragazzo palestinese Fawzi al-Junaidi, che inchioda Israele nella vergogna. Perché?Temono forse un'ondata di antisemitismo? Io credo che mostrare la vera faccia dell'occupazione israeliana della Palestina significa mostrare la vera faccia di un regime dispotico e crudele, non offendere il credo di un popolo.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Al summit dei 57 paesi islamici ,ad Istanbul l'Arabia Saudita sembra voler mimetizzarsi dietro una rappresentanza di ruolo inferiore,il Presidente Recep Tayyp Erdogan , il padrone di casa,domina la scena e mostra l'immagine del vero protagonista, che inchioda Israele nella vergogna , un ragazzo palestinese di 16 anni, bendato,con una maglietta grigia e Jeans,circondato da 20 soldati dello stato ebraico in tenuta antisommossa, pesantemente armati, che lo strattonano., accusandolo di lanciare sassi. E come se la Storia amasse ripetersi :un'altro ragazzo Giovanni Battista Perasso,detto Balilla., il 5 dicembre 1746 ,nel quartiere Portoria di Genova , lanciando un sasso diede inizio alla rivolta contro l'impero asburgico.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ancora sangue in Palestina, ma la partecipazione di massa ,che dovrebbe fare delle tre comunità della Palestina occupata un unicum come nella prima intifada del 1987, e il suo trentesimo anniversario é stato proprio il 9 dicembre scorso, e nella seconda del 2000 , sembra mancare: mentre Gazza combatte, infatti, la West Bank con Abbas non appare decisa a rompere i ponti e Gerusalemme est sembra stanca., quasi convinte della inutilità di una lotta, che non può vincere. Questa sarebbe in sintesi l'analisi Israeliana, che sembra escludere che ci si trovi, dopo la prima intifada del 1987, che durò sei anni e finì con l'accordo di Oslo, nel 1993 e la seconda intifada del 2000, di fronte alla tanto temuta terza intifada. Sia valida o meno questa giornalistica analisi, la Palestina non può farcela da sola e noi tutti dobbiamo aiutarla nella sua guerra d'indipendenza, ne va della nostra sicurezza, come centro del Mediterraneo, ma soprattutto, lasciatemi dirlo, del nostro onore, già messo a dura prova dall'immigrazione..
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Amnesty International ha ragione : tutti i cittadini europei sono , in varia misura ,colpevoli,ed anche noi italiani, per aver fatto pressione sui governi perch√© affidassero alla Libia, il compito di fermare l'immigrazione africana, pur sapendo che le conseguenze sarebbero state morte e schiavit√Ļ per migliaia di uomini, donne,bambini.. L'immigrazione ci ha dato l'occasione di conoscere il peggio di noi stessi, di guardarlo in faccia,di averne dolorosa coscienza, e se fossimo,almeno, saggi dovremmo cancellare per sempre dal nostro vocabolario la parola "bont√†". Siamo peggiori di quanto credevamo di essere e l'unica speranza √© che almeno i nostri figli riescano ad essere migliori di noi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mentre Gentiloni si avvia a lasciarci, dobbiamo rendergli atto che ,in questo scorcio di legislatura non è mai venuto meno alla onomatopèa del suo cognome.,
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E' tempo di prendere atto che il matrimonio, uno dei perni del vivere civile é morto e trova una sola giustificazione, non morale ma economica, soltanto nel caso che solo uno dei contraenti questa unione lavori, mentre l'altro sta a casa a badare ai figli e alle casalinghe faccende. Questa unica ed economica giustificazione è la pensione di reversibilità al superstite; In tutte le altre situazioni é conveniente convivere ed anche rinunziare, quando i mezzi economici lo consentano, alla formale convivenza. E la famiglia? Questo è il problema che é di relativa facile soluzione per chi ha mezzi economici, con magnifici collegi, che non creano rimpianti, ma rimane insolubile in condizioni medie o non floride di economia familiare.. Quindi il rito matrimoniale civile o religioso rischia, con il tempo, di ridursi ad elemento cardine non della società ma della sua patologia principale , la discriminazione sociale: il povero non ha alternative al matrimonio a alla formale convivenza, il ricco può farne a meno. E ,riflettendo, come non pensare ad un'altra forma grave di discriminazione sociale, che riguarda il cibo e la conseguente morfologia corporea, che non ha niente a che vedere con i vestito che s'indossa: l'obesità del povero.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mi sono sempre chiesto quali possano essere i segni clinici , inequivocabili di una società, come la nostra, che crede di aver raggiunto il suo massimo sviluppo, ma nel contempo, invece, comincia morire. Questa decisione del sistema sanitario nazionale inglese, orribilmente saggia,che prende atto di una obiettività incontestabile, esaurisce la mia curiosità..
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
La pace agognata da Netanyahu , con la Palestina é un grande cimitero sul quale sventola la bandiera d'Israele e il colmo é, che l'Europa, pur gridando al lupo, sarebbe,inerte a guardare,come ha fatto in tutti questi anni. Ma la Santa Russia vendicherà sia il suo Zar che i Palestinesi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Non é escluso che uno Stato debole,con governi, in precario equilibrio tra opposte fazioni,trovasse in questo capo mafia, primula rossa,un'alleato.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Lo scontro tra Macron e Netanyahou, parola forte per definire un colloquio ,quasi amichevole,con divergenze su Gerusalemme e la richiesta di congelare gli insediamenti ebraici in Cisgiordania, per dare una mancia ai palestinesi, prova che questo Occidente non √© in grado di bloccare il tragico destino della Palestina. Dopo pi√Ļ di mezzo secolo di genuflessioni,di licenza di uccidere, di timidi distinguo, di moine tra innamorati, l'Europa non si dimostra in grado di sostituire gli Usa,come mediatore e il mondo arabo √© ambiguo ed imbelle. Solo a Putin spetta il compito di far ragionare,con appositi mezzi, il governo israeliano.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Quell'albero tagliato, perché bello, quel cadavere d'albero ricoperto di luci, che illuminano il nostro essere impietosi verso il suo tragico destino di zimbello per l'animale uomo, da usare e poi buttar via,mi ricorda l'orso bianco , ormai scheletrito che cerca cibo in una pattumiera , ma non trova nulla e mi ricorda anche, nei supermercati natalizi, il cioccolato in forma di coniglietto, da far mangiare ai bambini. E' buono questo Natale?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Leggendo la stampa ebraica,"Forward"," Haaretz", "Jerusalem post", non trovo parole di giubilo o di vittoria, in merito al gesto di Trump,ma domande come "perché" e "perché ora" e quasi una certezza: dietro ci sono innegabili problemi di politica interna , si vuole sollevare molta polvere per distrarre l'opinione pubblica,ma la pressione religiosa, che evoca il fantasma della fine del mondo, il giudizio finale "Armageddon" , c'é ,ma non è quella ebraica, ma quella evangelica. E tutto questo mi fa ricordare che,appena uscito dalla Casa Bianca, il giovane Bush si é proposto , per un certo periodo, come leader di una nuova costellazione religiosa che ,facendo un mix di ebraismo e cristianesimo, evocava una finale convergenza tra i due credi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Gli skinhead sono presenze fisiche giovani,che si muovono nel loro tempo come fantasmi .evocando fantasmi , e noi possiamo e dobbiamo, anche ,chiederci il perché , e i manifestanti antifascisti con il loro stantio e vecchio,rituale , malconci attempati , appena usciti da soffitte o scantinati impolverati, sembrano , paradossalmente,suggerirci questo perché..
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Manifestazioni patetiche quando non esilaranti.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Lo jis soli ,concettualmente é gesto di civiltà,ma politicamente é diventato un testimone di forza,quasi di arroganza, prima del PD,poi delle sue frange estreme, fino ad essere simbolo di riscatto dei fuoriusciti del PD. Questa politica, che corrompe anche i buoni sentimenti,facendoli di parte,é cattiva politica,fattore di deterioramento di un popolo. Gli elettori di fronte a questo scivolo deprecabile possono astenersi dal partecipare a questo falso rito elettorale,.lasciando il paese alla deriva, oppure votare si solo a possibili convergenze, .E le convergenze, apparentemente meno rigorose delle divergenze non aderendo ad un rigido principio,hanno un merito, impongono di riflettere, di trovare il modo di stare insieme,somigliano a quelle minestre, insieme di salute e di risparmio delle nostre nonne .
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Fratelli d'Italia fanno del no allo "ius soli, motivo d'orgoglio e di patria,.ma l'Italia che si é desta e dell'elmo di Scipio si é cinta la testa e che distrugge Cartagine.si vergognerebbe di loro.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Questo annoso insulto, dalla possente volgarit√†, √© uno sguardo nel passato, che sa di popolo, pesa di storia, della forza di un tempo ,di giovinezza perduta, di malinconia,√© archeologia ,una sorta di amarcord collettivo.Va custodito in bacheca con vetro antiproiettile, dice di come eravamo pi√Ļ di mille testi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Hi appena visto in TV Matteo Salvini, che alla domanda della Gruber,sulla decisione di Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale d'Israele, ha risposto di essere d'accordo perch√© Israele √© l'unico paese democratico del Medio Oriente. Io come uomo di destra, che ha sempre creduto in Berlusconi, mi sono vergognato per lui, mi sono vergognato per la sua assoluta mancanza di conoscenza della Storia, per i suoi inutili anni di liceo classico. La GranBretagna, la prima democrazia del mondo, √© stato insieme alla Francia, post-napoleonica, e al Belgio, il pi√Ļ feroce e crudele paese colonialista-.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Qualcuno, della cui italianità dubito, dice che ci stiamo prostrando davanti ai musulmani,sapendo di mentire perché la verità é che, dopo la seconda guerra mondiale le nuove generazioni sono state condizionate a genuflettersi davanti agli Stati Uniti ,non come vincitori , ma come liberatori e davanti all'ebraismo, come colpevoli dell'olocausto. Questa miscela di gratitudine e di senso di colpa ha fatto delle generazioni postbelliche delle generazioni di abusati.
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 81 commenti
con 62 commenti
con 61 commenti
con 53 commenti
con 51 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP